Mercoledì 25 Maggio 2022, 11:42

Tiro a Volo: Sorrento Trap

Autore: a cura di Sorrento Trap | Pubblicato Luglio 2021 in Attualità

Circa 25 anni fa chiudeva l’unico impianto di tiro a volo della penisola Sorrentina e con esso le speranze di piccoli campioni e la gioia di molti appassionati che si dilettavano nel praticare questo sport.
Uno sport che viene visto da molti come pericoloso perché si utilizza un’arma come attrezzo sportivo, ma in realtà è lo sport più sicuro al mondo perché non sono mai stati registrati incidenti durante le competizioni, sia di carattere nazionale sia di carattere locale.
Non essendoci alcuna possibilità di riaprire un campo da tiro in loco per motivi che sono noti, alcuni appassionati capitaneggiati da Cataldo Persico hanno deciso di ridare una speranza, vita e lustro agli abitanti appassionati della penisola.
Così nel 2020 hanno preso in uso un campo dell’impianto del Tiro a Volo Raimondo di Pastorano (CE) ed hanno ufficialmente costituito la Società Tiro a Volo Sorrento Trap.
Ad un anno dalla sua nascita questa nuova associazione annovera tra le sue fila già 43 iscritti praticanti di cui qualcuno anche di livello nazionale come lo stesso Persico e Vito Urgesi. Di rilievo nel gruppo anche Attilio Cipolletta, Figlio del ex campione Eduardo Cipolletta.
Eugenio Marzuillo ex eccellenza plurimedagliato e il nuovo entrato Giandomenico Cirone attualmente topten fiocchi.
Tutti uniti, un gruppo speciale che nonostante la nutrita concorrenza di altre squadre campane che primeggiano a livello nazionale, quest’anno il tiro a volo Sorrento Trap si è qualificato per la” finale nazionale società” che si svolgerà a settembre.
Per questa gara ci sarà una selezione interna che determinerà il sestetto a cui sarà affidato il compito di difendere i colori della Società.
Tra gli iscritti del sodalizio sorrentino ci sono anche due giovani promesse del tiro come Vincenza Starita e Arianna De Gregorio, quest’ultima nonostante i suoi 13 anni, ha già conquistato diverse medaglie nella qualifica esordienti a livello nazionale.
La penisola non è più solo terra di mare e di turismo, ma anche terra di sportivi che aggiungono alla bellezza del luogo la passione per uno sport sano come il tiro a volo.
Un ringraziamento speciale va alla federazione Italiana tiro a volo ed il suo Presidente Luciano Rossi per aver dato questa opportunità, per il supporto ed il sostegno economico durante la pandemia.
Si ringrazia anche il delegato regionale Dott. Francesco Cembalo per la professionalità e la disponibilità che mette a disposizione di questi ragazzi.