Sabato 15 Dicembre 2018, 10:13

Pietro Aiello Cilento D'Altavilla: il regista degli eventi glamour

Autore: Stefania Ricciardi | Pubblicato Marzo 2016 in Attualità

Questo mese Leggimigratis ha incontrato il regista degli eventi glamour che ci ha concesso un’intervista nella quale ci spiega la passione per il suo lavoro.

Pietro Aiello discende dalla famiglia dei Cilento D’Altavilla, una casata ed un titolo nobiliare che in tempi così poco inclini al bon ton e alle regole del bon vivre saranno il motivo trainante, nel tempo a venire, per trasmettere una serie di interessanti consigli su arte e cultura dei comportamenti, insieme alle esperienze sviluppate nella creazione di eventi di prestigio e come percorso fondamentale per progettare ed organizzare dal party glamour al ricevimento privato.

In cosa consiste esattamente il tuo lavoro di Art Director?
L’Art Director deve avere una competenza poliedrica, in quanto è il fulcro, la regia di un evento. Il punto di riferimento di tanti servizi e figure professionali da coordinare per comporre un mosaico fatto di creatività, fattibilità logistiche, luci, audio, comunicazione e tanto, tanto altro ancora...

Cosa è fondamentale per la realizzazione di un “Grande Evento”?
L’attenzione e la cura dei particolari, riuscire ad essere unici e originali sempre!

Quali sono stati alcuni dei sogni che sei riuscito a costruire?
I sogni degli altri... è bello sentirsi dire che quello che era nel sogno, son riuscito a farlo diventare realtà. Il mio sogno realizzato è di essere riuscito a svolgere un lavoro che è soprattutto la mia grande passione e di emozionarmi ed emozionare ancora...Quali sono stati alcuni dei sogni che sei riuscito a costruire? I sogni degli altri... è bello sentirsi dire che quello che era nel sogno, son riuscito a farlo diventare realtà. Il mio sogno realizzato è di essere riuscito a svolgere un lavoro che è soprattutto la mia grande passione e di emozionarmi ed emozionare ancora...

Come spiegheresti il fenomeno dei rivevimenti in stile “napoletano” che generalmente viene associato al Sud Italia?
Purtroppo il Sud ed in special modo Napoli sono stereotipate in una rappresentazione tutt’altro che edificante per la cultura e per l’amore per la nostra terra.Da Gomorra alla Terra dei fuochi, dai Bambini della scuola di Acerra, fino al trash dei matrimoni/ reality. Certo che la TV e la filmografia esaspera in alcuni casi fino al grottesco ed anche al trucido alcuni lati oscuri della nostra realtà. Ma non è solo quello! C’è anche un Sud che lavora onestamente, che vive nel rispetto degli altri e che ha figli e genitori degni di chiamarsi tali, e che quando si sposa ama la sobrietà senza tralasciare momenti di allegria e divertimento con il buon gusto e la giusta armonia.

Come trovi il tempo e le energie per conciliare i tuoi tanti impegni di lavoro con i numerosi appuntamenti televisivi?
Il tempo non basta mai, nelle giornate frenetiche mi aiuta ancora tanto l’entusiasmo e la curiosità nell’apprendere e migliorare, stimolato ancora da una fervida fantasia e da una energia che tante volte è trasmessa dalle persone che incontro, con le loro piccole e grandi storie, ma sempre diverse che alimentano il mio desiderio di fare, creare, per disegnare intorno a loro lo scenario di una sera, come un vestito di suono e colori, effimero forse, ma che diventa indispensabile e da conservare nel cassetto delle emozioni e dei sogni avverati... E nella vita quanti bei momenti vale la pena ricordare?

Come si diventa un professionista di successo?
Lasciando che la passione e la competenza viaggino insieme. Riuscire a coniugare le due cose è già un successo!