Venerdì 10 Luglio 2020, 21:24

Matrimonio al tempo del covid

Autore: a cura di Pietro Aiello Cilento D’Altavilla | Pubblicato Giugno 2020 in Bellezza e Moda

Carissimi Sposi, l’esperienza che sta vivendo l’Umanità intera ci ha colti all’improvviso.
Eravamo come un treno in corsa con una quotidianità frenetica, con i nostri progetti e le nostre molteplici abitudini, e ad un certo punto tirare quel freno con un stridore assordante è stato devastante.
Con tanti miei sposi del 2020 ci siamo scritti e sentiti mentre eravamo chiusi nelle nostre case ed ho cercato di esservi vicino rafforzando il nostro rapporto, perché per me il legame con Voi non è fondato sulla fornitura di un servizio, ma è volto a creare sempre l’empatia giusta e l’affidamento necessario per prendere un sogno e creare un evento.
Abbiamo ricostruito e rimandato il vostro progetto più bello, chi per una sicurezza ed una serenità propria ha preferito spostare la data al 2021, mentre chi, dai mesi di aprile e maggio ha trovato una data a settembre ed ottobre con la segreta speranza di riuscire a realizzare in quel periodo il proprio matrimonio.
Ho visto e vissuto la grande disponibilità delle location, dei fioristi, dei musicisti, dei catering, dei fotografi e degli allestitori nel venire incontro alle tante richieste e nuovi moduli rispetto a cambi data e soprattutto anche per i cambi di stagione… abito compreso.
L’importante è che ci sia chiarezza dagli organi governativi, una chiarezza che purtroppo non è supportata da una competenza di settore, non è una polemica, ma con dettami giusti e regole definite per il ricevimento ed il suo svolgimento avrebbero sicuramente offerto una scelta decisa e definitiva senza creare ulteriori ansie a Noi ed a Voi cari sposi 2020.
Siate sereni, la porta della nuova vita insieme è lì che Vi aspetta, e apprezzeremo di più anche quelle piccole cose che prima sembravano banali. Questo mese di giugno è fondamentale per riprendere in mano la nostra vita e vi garantisco che guarderemo il tutto con occhi diversi, con emozioni perse nel tran tran di quello che ci sembrerà il refrain di una vita passata.
Se il giorno più importante deve arrivare alla fine del 2020 non deve avere limiti e costrizioni, questo è una convinzione fondamentale e che è condivisa pienamente da Voi!
Un abbraccio con grande affetto.