Sabato 15 Dicembre 2018, 10:12

Massaggiare il cuoio capelluto

Autore: Fortuna Staiano | Pubblicato Novembre 2016 in Bellezza e Moda

I tuoi capelli hanno perso la lucentezza e la bellezza di sempre? Per riacquistare una capigliatura piena di vigore esegui quotidianamente un massaggio ben fatto al cuoio capelluto.
Regola fondamentale di questo massaggio è quella di muovere il cuoio capelluto e non le mani durante il trattamento; questo è importantissimo per garantire una maggiore riattivazione del microcircolo al livello della cute.
Il massaggio, stimolando l’afflusso di sangue al livello del cranio, permetterà di far arrivare al follicolo pilifero una maggiore quantità di sostanze nutritive necessarie per la salute del bulbo pilifero, dei capelli e dei follicoli stessi.
Il consiglio è di eseguire il massaggio per una durata di circa 5-10 minuti, non oltre, altrimenti si rischia di stimolare le ghiandole sebacee e di aumentarne notevolmente la produzione di sebo. Un altro effetto del massaggio al cuoio capelluto è che aumenta l’afflusso di sangue alla nuca favorendo la respirazione del cuoio stesso. Garantire una sana e costante respirazione dei capelli è importante per avere capelli sempre nutriti e per ridurre la sensazione di prurito che spesso ci infastidisce.
Come praticare un massaggio al cuoio capelluto:
• Appoggia le dita di entrambe le mani al centro della testa
• Mantieni questa posizione, esercitando una leggera pressione
• Picchietta con le punte delle dita l’intera superficie del cuoio capelluto
• Effettua movimenti circolari usando i polpastrelli di tutte e due le mani
• Segui un movimento dalla parte superiore della testa e scendi lentamente lungo la nuca fino ad arrivare al collo

Il massaggio rilasserà tutto il corpo, in particolare i muscoli cranici ed allenterà anche la tensione nervosa.
Il risultato? Una chioma di capelli in perfetta salute e visibilmente più bella.