Lunedì 17 Dicembre 2018, 10:25

Batata o patata? Questo è il problema!

Autore: Stefania Ricciardi | Pubblicato Giugno 2016 in Cucina

In una classifica sui vegetali più salutari per l’uomo redatta dall’associazione americana CSPI (Center of Science in the Public Interest) la batata è balzata al primo posto ottenendo il punteggio più alto grazie all’elevata concentrazione di sostanze benefiche.
La batata, meglio conosciuta con il nome di patata americana o patata dolce, è il tubero proveniente dall’America Centrale, introdotta in Europa da Cristoforo Colombo in seguito alla scoperta del continente americano. La batata, oltre a contenere fibre, vitamine A e C, proteine, potassio, magnesio, ferro e calcio, è un potente antiossidante e anti-aging in quanto ricca di flavonoidi e antociani. Non è un caso l’estratto di batata è uno degli ingredienti principali di alcune famose creme anti rughe.
La batata ha una scorza liscia gialla rossastra segnata da solchi, all’interno può assumere diverse colorazioni, rossa, giallo pallida o marrone. Ha un sapore a metà tra la patata tradizionale e la zucca rossa e si può essere utilizzata in tutte quelle ricette in cui normalmente si usa la zucca o le patate, ad esempio un risotto di batata, oppure delle ottime ‘batate al forno’!

A differenza delle patate, la batata rossa può essere consumata anche cruda nell’insalata insieme alla sua buccia ben pulita nella quale si concentra il Cajapo, una sostanza che sembra avere effetti benefici sulla riduzione del colesterolo e della glicemia.

Batate farcite al forno:

Ingredienti
• 4 batate dolci
• Sale
• 1 pomodoro medio
• 1 avocado
• 100 gr di salmone affumicato
• Pepe
• Olio extravergine di oliva
• Uova di lompo

Preparazione
Lava le batate, asciugale benissimo e poi avvolgile con due strati di carta stagnola. Cuoci i cartocci di batate in forno preriscaldato a 200°C per circa un’ora, base alla grandezza delle batate: più sono grandi, più tempo richiedono. Una volta cotte servile con la buccia, tagliate a metà in senso longitudinale e poi farcite come più ti piace: per esempio formaggio e filetti di pomodoro. Puoi accompagnare le batate farcite con un’insalata verde con pomodoro, avocado e salmone a listarelle conditi con olio e sale.

La batata è anche una bellissima pianta ornamentale che può essere coltivata anche in casa, basta procurarsi una batata, un bicchiere o recipiente stretto e alto e degli spiedini di legno. Per prima cosa infilza gli steli di legno da una parte all’altra nella parte centrale del tubero. Metti l’acqua all’interno del recipiente e lascia la batata sospesa su di esso. Aspetta che la batata cominci a germogliare, (non ci vorrà molto). La pianta produrrà radici e foglie sorrette da steli rampicanti. Una volta attecchita, la pianta dovrà essere posta prima in un vaso, e in primavera coltivata direttamente in giardino. Interra la batate e le radici subito sotto la superficie, lasciando i germogli all’altezza del suolo. La pianta fiorirà nel periodo estivo dei bei fiori a campanula e i tuberi si potranno raccogliere dopo 6-7 mesi, cioè tra settembre e ottobre.