Giovedì 29 Ottobre 2020, 05:06

Perché il leccapentole si chiama Marisa?

Pubblicato Ottobre 2020 in Sai Perché e Eureka

La classica e indispensabile spatola in gomma che serve per raccogliere accuratamente quel che resta sul fondo di un recipiente è conosciuta con il nome di leccapentole, termine attribuitole per merito della flessibilità della parte in gomma che “pulisce” come una lingua crema o impasti morbidi, ma più spesso questa spatola flessibile viene chiamata “Marisa”. Negli anni sono state formulate diverse ipotesi sulla storia di questo utensile di cucina. Secondo alcuni studiosi del settore quella più accreditata per spiegare le origini del nome “Marisa” deriverebbe da Maryse Monpetit (1512-1578), una pasticcera della Corte Reale di Francesco I di Francia. Ella avrebbe inventato la spatola al momento di confezionare per il re dei dolci d’avena. Il re Francesco li avrebbe tanto apprezzati da insignire la donna con il titolo di Baronessa, aggiungendo la particella nobiliare “De” al suo nome, che divenne Maryse De Monpetit. La spatola avrebbe, quindi, preso il nome da quella della donna.