Martedì 26 Gennaio 2021, 16:17

Perché in napoletano i capricci si chiamano 'riscenzielli'?

Pubblicato Novembre 2020 in Sai Perché e Eureka

“Riscenziello”deriva dal latino “descensus”, che significa caduta, discesa e si riferisce alle convulsioni, probabilmente di natura epilettica. Questo tipo di spasmo può essere così forte da causare addirittura uno svenimento. È proprio nell’atto dello svenimento, che prevede la caduta del malcapitato, che è possibile capire perché vi sia collegamento tra la parola “riscenziello” e la sua etimologia latina. Nel corso del tempo, il significato dell’espressione si è arricchito di un’altra sfumatura che in passato non possedeva. Oggi indica, bonariamente, i capricci prolungati e spesso insensati dei bambini. Questi talmente che si dimenano durante il pianto che paiono esser preda di uno spasmo che facilmente riporta alla mente proprio.