Sabato 15 Dicembre 2018, 09:48

Uguali ma Diversi: Qual'è la differenza tra Piano a induzione e Piano in vetroceramica

Pubblicato Dicembre 2016 in Sai Perché e Eureka

Il piano cottura a induzione sfrutta le proprietà di bobine elettrificate poste al di sotto di un piano in vetro o vetroceramica. Le bobine, attraversate da corrente elettrica, generano un campo elettromagnetico che trasferisce per induzione il calore al metallo ferroso del pentolame. Molto diffusi al nord Europa dove la produzione di energia elettrica è meno costosa, l’induzione vanta il pregio di essere sicura: non entra in funzione se manca la pentola a contatto e se questa viene tolta si spegne in automatico. Per contro non tutto il pentolame è adatto ad essere utilizzato su un piano a induzione, non riscalda alluminio, vetro e terracotta.
Il piano cottura in vetroceramica funziona tramite l’elettrificazione di resistenze poste sotto un piano in vetroceramica resistente alle altissime temperature. Le resistenze, scaldandosi, trasmettono il calore al piano e quest’ultimo lo trasferisce a alla pentola o alla padella. Classico dei piani in vetroceramica è la “comparsa” delle resistenze attraverso il vetro man mano che diventano incandescenti. La trasmissione del calore in vetroceramica permette la cotture in qualsiasi tipo di materiale, compresi alluminio, vetro e terracotta. La pulizia è più semplice in quanto il piano è liscio e regolare.