Lunedì 10 Dicembre 2018, 01:13

C’È RIMEDIO PER I COLLETTI DENTALI SCOPERTI?

Autore: dott. Danilo Trapani | Pubblicato Febbraio 2018 in Salute

I colletti dentali restano scoperti quando la gen­giva si ritira. Da cosa dipende? Le cause sono sostanzialmente due: utilizzo scorretto dello spazzolino o la parodontite. Come si determina la vera natura del problema? Una risposta certa si può avere solo con una visita di controllo dal dentista. Il più delle volte, in assenza di infiam­mazione gengivale un colletto dentale scoperto dipende dall’uso scorretto dello spazzolino da denti. Quando lo spazzolamento viene effettua­to con una tecnica inadeguata produce, nel tem­po, il consumarsi della gengiva e della radice, ma solo sulla parte esterna del dente lasciando in­tatte le papille tra dente e dente. Nella parodon­tite, invece, si riscontrano dei buchi tra i denti per la perdita delle papille tra dente e dente. Inoltre, questa patologia interessa l’intera circonferenza del dente, della gengiva e dell’osso interdentale.
Se il problema riguarda il modo in cui si puli­scono i denti è possibile acquistare un dentifricio con basso quoziente abrasivo capace di ridurre la sensibilità dentale e uno spazzolino con seto­le medie. Ovviamente tutto questo deve essere associato a una giusta tecnica di spazzolamento perché questa è la principale causa di questo tipo di recessioni. Sarà quindi molto importante usare lo spazzolino in modo corretto, ricordando sem­pre che occorre muovere le setole dalla gengiva al dente e non viceversa, con movimenti verticali e non orizzontali. Per ogni dubbio sarà possibile rivolgersi al dentista per correggere eventuali abitudini sbagliate.
Per risolvere il problema della gengiva ritirata e del colletto dentale scoperto ci sono diverse strade:
-si riporta la gengiva ritirata all’altezza origina­le facendola scorrere con un intervento chirurgi­co.
-si ricorre ad un otturazione in composito dei colletti dentali scoperti.
-si opta per un restauro più duraturo in cerami­ca tramite l’applicazione di una faccetta dentale.
Il consiglio è di rivolgersi subito al dentista, perché lasciando progredire il ritiro gengivale potrebbe rendersi in seguito necessaria la com­pleta devitalizzazione del dente.