Giovedì 13 Dicembre 2018, 02:39

Preparazione per l'estate: depurazione, idratazione e chili da smaltire

Autore: dott.ssa Rosaria Aprea | Pubblicato Giugno 2017 in Salute

L’estate è alle porte. Come far affrontare il nostro organismo questa fase dell’anno che con alte temperature puo’ andare incontro a problemi? Come primo obiettivo e primo passo da compiere è la depurazione. Prima di effettuare anche un dima­grimento bisogna innanzitutto depurare l’organismo dalle tossine grasse accumulate. Senza questa fase preliminare, qualunque dieta o integratore andrebbe a intervenire in un organismo già “intasato” e avreb­be poca probabilità di dare risultati in tempi rapidi. E’ fondamentale seguire per una settimana un piano di drenaggio delle tossine, in particolare riattivando la funzione depurativa del fegato e dei reni.

Per una settimana bere 2 litri di acqua naturale al giorno: si accellera il drenaggio. Per 7 giorni assu­mere un succo antiristagni. Ogni giorno assumere un centrifugato disintossicante prima di pranzo e prima di cena contenente: 3 pomodorini, una manciata di prezzemolo e mezzo limone.
Aiuta a drenare le scorie e a reintegrare i sali mine­rali (sodio, potassio, magnesio,fosforo ecc.) in modo equilibrato. Dopo i pasti o a metà pomeriggio si consi­glia un succo preparato con un cetriolo e una fetta di anguria: disseta e rinfresca. Per ottenere una efficace azione depurativa è meglio assumere piu’ piante ad azione diuretica associate fra loro: ortosiphon (fo­glie), ananas (gambo) e tarassaco (radice) che ha un effetto depurativo e nel contempo rimineralizzante. Si puo’ trovare anche in erboristeria, già composto in flaconcino; assumerne 10 ml in un litro di acqua e berne durante la giornata.

COME COMPORTARSI A TAVOLA?
ALIMENTI NO: Alcolici, niente vino o aperitivi cosi’ il fegato non si appesantisce e metabolizza meglio i grassi. No ai cibi preconfezionati. No a sale da cuci­na e i cibi pre-salati. No al dado da cucina. Affaticano i reni e bloccano la diuresi. Si possono condire i cibi con le spezie.

CIBI E BEVANDE CHE AIUTANO:
Ogni giorno bere un bicchiere di succo di mela, è diuretico e apporta vitamine e sali diuretici. Piu’ li­quidi e piu’ tisane: ogni giorno bere 2 lt di acqua non gassata o di tisane (finocchio) che aiuta a eliminare naturalmente le scorie. Esagera con la frutta arancio­ne: albicocche, pesche, melone, crudi e da agricoltu­ra biologica, sono ricche di vitamine che riattivano il fegato. Durante il periodo molto caldo non bere be­vande ghiacciate e gassate: non dissetano e gonfiano l’addome.

Quali risultati si ottengono?
Si aiuta il fegato e i reni a smaltire le tossine accu­mulate durante l’inverno e depuri il sangue. Si prepa­ra l’organismo a bruciare i grassi in modo spontaneo e naturale. Si asciugano i ristagni e sgonfi l’addome senza correre il rischio di incorrere in carenze vitami­niche o di sali minerali