Giovedì 13 Dicembre 2018, 03:53

Sabbia sulla strada: l’Anas deve risarcire i danni subiti dal motociclista

Autore: FONTE dueruote.it a cura di Ferraiuolo Giuseppe | Pubblicato Febbraio 2018 in Scelti per te

La Cassazione respinge il ricorso di Anas e conferma nel merito la sentenza di primo e secondo grado: un lungo tratto di strada ricoperto di sabbia e brecciolino non segnalato è passibile di condanna

La vicenda risale al maggio 2001, nel Comune di Aiello Calabro: un motociclista è caduto in prossimità di una curva in un tratto di strada in salita, fatto sufficiente a dimostrare la non visibilità e l'imprevedibilità del pericolo, rappresentato dalla presenza sulla strada di brecciolino. La circostanza è stata accertata anche dall'autorità giudiziaria intervenuta sul luogo del sinistro, la quale ha anche confermato la presenza del terriccio per una notevole estensione sulla corsia di marcia del mezzo e non segnalata. In primo grado l’Anas è stata ritenuta responsabile e condannata al risarcimento di 28.575,27 euro. Decisione confermata in appello e anche in Cassazione: nessun dubbio per i giudici sul fatto che l’episodio sia stato provocato dalla presenza di materiale sulla sede stradale. 

FONTE dueruote.it