Lunedì 10 Dicembre 2018, 01:33

La piscina: il richiamo dell’acqua

Autore: Dipartimento di Progettazione Tecnoambiente s.r.l. - Me | Pubblicato Settembre 2015 in Scelti per te

Ogni struttura ricettiva che voglia competere seriamente con la concorrenza deve dotarsi di particolari servizi che possano diversificare l’offerta per attirare e fidelizzare i clienti. La piscina è un esempio di come si possa rivalutare il proprio spazio ottenendo nel contempo fascino e magia dove l’acqua, con i suoi riflessi e i rilassanti movimenti ondulatori porta freschezza nel contesto. Spesso però la voglia di fare non va di pari passo con la competenza necessaria per poter affrontare la costruzione e la gestione di una piscina che, se non ben ponderata con una corretta visione globale potrebbe rivelarsi difficilmente gestibile scoprendo errori di costruzione che la rende economicamente addirittura svantaggiosa. Per questo è necessario fin dalla fase progettuale valutare in anticipo tutte le problematiche, le soluzioni tecniche da adottare, i costi da affrontare per evitare di ridursi a rimedi provvisori ed inefficaci, magari quando la vasca è frequentata dai bagnanti. Per raggiungere l’obiettivo progettuale è fondamentale il coordinamento delle maestranze compartecipanti all’opera, rispetto ad un programma operativo, al fine di convogliare positivamente le relative esperienze per realizzare il “desiderio” del committente. In pratica le incombenze sono tante e giocare d’anticipo è l’arma vincente per proporre qualcosa di unico e di meraviglioso che possa rendere in poco tempo l’investimento iniziale dimezzando le spese di gestione. In questo caso, nello scenario delle colline Sorrentine, la forma sinuosa della vasca si inserisce tra il verde circostante e lo sfondo del golfo. La comoda scala di accesso, l’angolo massaggio e l’ampia superfice di nuoto consentono di rilassarsi tra la natura e inoltre, la miscela di mosaico in vetro riflette i raggi del sole donando una colorazione dinamica all’acqua.