Venerdì 09 Dicembre 2022, 13:58

Cereali. I nuovi protagonisti della beauty routine

Autore: a cura di Luca Ricciardi | Pubblicato Giugno 2022 in Cultura

Nell’ottica di porre fine, una volta per tutte, alle liste infinite di ingredienti degli INCI di cosmetici e prodotti di bellezza, stanno spopolando sui vari social le ricette della nonna fai-da-te con un’attenzione particolare a piante, semi e altri ingredienti naturali sicuri per la pelle e per il pianeta. Ortica, aloe vera o persino tè sono tra gli elementi essenziali che hanno catturato l’interesse negli ultimi mesi, così come broccoli, cipolle e persino la senape, che sono molto più insoliti.
I benefici dei cereali sulla pelle
Si conoscono i benefici dei cereali, ricchissimi di fibre e minerali, sulla salute ma i loro benefici per la pelle restano per tanti un mistero. A tal proposito bisogna evitare di generalizzare perché il mais non ha le stesse proprietà del riso, dell’avena o della segale.
Le proprietà idratanti e antietà del grano, l’azione purificante, lenitiva e rigenerante dell’avena, il potere nutriente del sesamo, o le molteplici proprietà del riso che unisce tutti questi benefici sono sempre più al centro dell’attenzione dei marchi di cosmetici che si avvalgono delle proprietà dei cereali, aggiungendoli gradualmente nella formulazione dei loro prodotti.
È possibile realizzare una beauty routine completa tutta a base di cereali, con una gamma di prodotti capaci di soddisfare le molteplici esigenze della pelle in combinazione o meno con altri ingredienti. Alcuni esempi sono il contorno occhi che combina estratti di olio di grano saraceno e microalghe verdi per ridurre occhiaie e gonfiori migliorando il tono della pelle, oppure lo shampoo lenitivo formulato con latte di avena, acqua d’orzo e infuso di salvia per detergere e lenire il cuoio capelluto. Ma si può provare anche la maschera lenitiva al latte di mandorle e avena per esfoliare la pelle più sensibile e l’impacco al riso per pulire e restringere i pori.
Un proliferare di cosmetici di ogni genere che testimonia un certo entusiasmo per i benefici fino a qualche tempo sottovalutati dei cereali per la pelle.