Venerdì 09 Dicembre 2022, 13:14

Come il sorriso cambia con l’età

Autore: a cura di Erminio Ricciardi | Pubblicato Giugno 2022 in Cultura

L’’area intorno alle labbra e ai denti perdono la loro bellezza con l’età. E’ possibile ritrovare un sorriso radioso e armonioso?
Non sono solo le zampe di gallina o le rughe di espressione ad essere il bersaglio dei cosiddetti cosmetici “anti-età”. Anche il sorriso e i denti sono influenzati dall’invecchiamento e meritano attenzione. Come ogni struttura anatomica del viso, quest’area cambia con l’età.
Perdita di tono
La produzione di collagene, una proteina naturalmente presente nell’organismo che mantiene l’elasticità e la compattezza della pelle, diminuisce con il passare del tempo. Intorno alla bocca, questo si manifesta con una perdita di tono delle labbra e dei loro contorni, nonché un progressivo rilassamento delle guance. Piccole rughe e rughette compaiono agli angoli delle labbra e nella zona periorale, creando il temuto effetto “codice a barre”. La piega nasolabiale diventa vuota, si instaura un cedimento del viso.
Come porvi rimedio? Per preservare la giovinezza della pelle si possono fare degli scrub specifici per le labbra e dei bagni di idratazione applicando generosamente una crema idratante sulla bocca, ma andando ben oltre i contorni delle labbra. Questo ti assicura labbra più carnose, levigate e più belle.
Quando questo non basta, si può ricorrere alle iniezioni di acido ialuronico che permettono di riempire facilmente queste rughe e rimodellare le labbra. Possono essere prese in considerazione anche altre tecniche di chirurgia estetica più invasive, come i fili di trazione del viso. Anche gli esercizi di “ginnastica facciale” aiutano molto e dovrebbero entrare nella routine di bellezza quotidiana per prevenire il rilassamento naturale.
Denti meno bianchi
Nonostante tutti gli sforzi e la buona volontà, con il tempo lo smalto si consuma e si assottiglia e diventerà sempre più visibile la dentina sottostante, che è gialla. Le bevande colorate come caffè, tè e vino rosso possono amplificare questo fenomeno di ingiallimento. Per mostrare un sorriso hollywoodiano, gli esperti generalmente consigliano di utilizzare lo sbiancamento dentale. Anche se può essere molto allettante ricorrere a alternative più economiche come dentifrici, penne e altre lampade UV “sbiancanti” popolari sui social media, i medici avvertono della natura fugace del “più bianco”. Alcuni prodotti con formule dubbie potrebbero addirittura danneggiare lo smalto e creare l’effetto opposto.
Ridisegnare il sorriso
Con l’avanzare dell’età, si sperimenta anche una perdita ossea complessiva che influisce sulla forma del viso. Questa diminuzione di tessuti, muscoli e ossa che si verifica con l’età cambia l’aspetto esterno della mascella. La struttura del viso appare generalmente più incavata e le labbra molto più strette rispetto a prima. Anche la mascella sembra meno definita.
Per restituire il sorriso dopo una certa età, prendono il sopravvento l’odontoiatria e la chirurgia. Generalmente i pazienti ricorrono a ricostruzioni di faccette, che ridisegnano la forma dei denti e ne ripristinano il colore bianco.
L’importanza di una buona igiene orale
Il modo migliore per mantenere un sorriso fresco e radioso è soprattutto mantenere una buona igiene orale. Oltre a lavarsi i denti almeno due volte al giorno, le cure interdentali regolari aiutano a evitare le malattie dentali comuni come carie e parodontiti. Per un sorriso luminoso in particolare si consiglia di assumere le vitamine A, C e D, oltre all’acido folico, che contribuiscono al mantenimento di gengive sane.
Evita di consumare sostanze acide che possono rovinare lo smalto, come succo di limone o bibite. Ovviamente alcol e tabacco sono da evitare. Infine, controlli semestrali e pulizie dentali regolari effettuate da un professionista della salute orale amplificheranno i benefici di queste buone abitudini.