Domenica 16 Dicembre 2018, 15:47

Watsu: Il massaggio dolce in acqua.

Autore: Belinda Rispoli | Pubblicato Luglio 2015 in Cultura

Watsu è una graziosa contrazione delle parole Water (Acqua) e Shiatsu e si riferisce ad una terapia fisica di origine giapponese che si basa sulla combinazione di esercizi di respirazione e movimenti in acqua calda, generalmente in piscina. Questa disciplina possiede l’alta capacità di coniugare benessere e riequilibrio tra mente e corpo nell’ambiente acquatico, dove il corpo viene curato in maniera dolce, senza alcun tipo di stress. La sensazione che si ottiene a fine seduta è quella di un corpo forte e allo stesso tempo allungato e rilassato. Tutta la muscolatura scheletrica sarà tonica e la mente risulterà leggera e nello stesso tempo pronta alla concentrazione.

In cosa consiste
Il Watsu viene praticato in una vasca con acqua calda intorno a 34 gradi al fine di consentire il giusto relax, con profondità massima è di circa 120 cm. L’operatore di Watsu è immerso in acqua insieme alla persona a cui sono rivolte le cure. La pratica di stiramenti e digitopressioni sono facilitate dal benefico effetto che l’acqua calda ha sul corpo umano.

I benefici
L’obiettivo del Watsu è dunque quello di alleviare disturbi muscolo-scheletrici, respiratori o di altra natura agendo attraverso l’azione benefica che il massaggio acquatico ha a livello psico-fisico. Il tutto al fine di attivare nel soggetto un processo di autoguarigione che inizia nella vasca, continua nelle ore seguenti e viene riattivato ad ogni successiva sessione.

Attenzione
Nella pratica del Watsu è fondamentale la figura dell’operatore qualificato, perciò è preferibile affidarsi nelle mani di uno watsuer che abbia una formazione professionale certificata.

Effetti sul corpo umano
• Riduce la tensione muscolare;
• Migliora la postura ed il respiro;
• Allunga la schiena e riduce le tensioni articolari;
• Migliora la circolazione sanguigna;
• Riduce lo stress e gli stati d’ansia tipici della vita moderna.

Inventore del Watsu è stato Harold Dull, esperto di discipline olistiche e di fitness, che ha saputo combinare le sue competenze per sviluppare nuove attività che fossero in grado di amplificare gli effetti benefici delle singole discipline creando delle nuove forme di ginnastica nel rispetto dei principi fondamentali delle antiche discipline.