Giovedì 13 Dicembre 2018, 18:55

Come si diventa una persona affascinante

Autore: Luca Ricciardi | Pubblicato Luglio 2015 in Cultura

Non buttarti giù se pensi di non avere un fisico eccezionale. Valorizza il tuo stile scegliendo con cura il tuo guardaroba e fai emergere la tua personalità indossando accessori originali. Diventerai rapidamente la persona che si aspetta con impazienza e soprattutto quella di cui ci si ricorda.
Sii eccezionale.

Perché quando entri in una stanza nessuno ti nota e hai quasi l’impressione di essere trasparente? Vorresti essere come il tuo amico che invece attira tutta l’attenzione su di sé? Persone del genere possiedono fascino. In alcuni è innato, in altre, con un po’ d’impegno, si può fare molto per accrescere questa capacità nascosta.
Tra le persone che consoci pensa a chi ha fascino e chiediti cosa la rende così magnetica: il sorriso, la voce, il modo di ascoltare o di muoversi… Non devi copiare nessuno, ma cerca di individuare cosa la rende “diversa” dagli altri e non si tratta solo dell’aspetto fisico.

Non è restando nell’angolo che riuscirai ad attirare l’attenzione, perciò vai tu verso gli altri e ascolta, mostra interesse a ciò che raccontano. Se vuoi avere fascino devi ispirare fiducia: è questo il segreto. Ispirare fiducia è uno dei segreti del carisma. 

Ti attraggono i musoni o chi ha sempre il broncio? Noooo. Per avere fascino devi adottare un’espressione gentile, lo puoi fare con il sorriso, ma anche con gli occhi che sono lo specchio dell’anima. Sii naturale, evita i sorrisi forzati, gli altri se ne accorgono subito quando un sorriso è finto e corresti il rischio di sembrare superficiale.
Il fascino è mistero. La persona misteriosa è quella che non racconta la tua vita in lungo e in largo, lascia sempre un certo alone di riservatezza intorno alla tua vita privata. Impara a farti desiderare un po’ e non accettare sempre tutti gli inviti che ti vengono rivolti. E quando sei in compagnia proponi argomenti di conversazione divertenti e che permettono a tutti di partecipare al discorso. Rivolgi domande che spingono gli altri a intervenire: “Marco, tu che hai viaggiato tanto in Asia, che ne pensi?”, oppure “In una rivista, ho letto l’opinione del professor Tal-dei-tali, Michele che ne pensi?”. Diventa indispensabile nelle discussioni: sii in grado di animarle e di far partecipare tutti.