Mercoledì 19 Dicembre 2018, 11:27

Salute Naturale: Depurazione Autunnale

Autore: dott.ssa Rosaria Aprea | Pubblicato Ottobre 2018 in Salute

Guardandoci intorno tutti ormai possiamo no­tare che la natura sta assumendo un nuovo aspetto. Lo notiamo dai colori delle foglie che cadono, dai colori delle fronde degli alberi che ci incantano, dal sole che diventa man mano meno caldo e con una luce meno intensa, dai frutti che cambiano e dagli odori. Dal clima che con piogge e temporali e discesa delle temperature ci cambiano anche l’umore.
L’autunno è una stagione di transito per l’inver­no e ognuno deve provvedere a rinforzare il proprio organismo con una depurazione interna, rafforzan­do il proprio sistema immunitario. E’ qui che vi sono le sentinelle per mantenerci in salute.
Che fare? E‘ necessaria una depurazione del fe­gato, dei reni, ma anche di tutti gli organi preposti all’eliminazione delle tossine metaboliche, organi chiamati emuntori. Essi sono: fegato, reni, intestino, polmoni e pelle.
La depurazione è un mezzo per eliminare le tossine e dare nuova energia a tutti questi organi e quindi all’intero organismo.
I sintomi principali di un sovraccarico di tossine lo comprendiamo da: debolezza, eccessiva stan­chezza che non passa col riposo, dolori alle artico­lazioni, problemi a pelle e capelli, mal di testa, alito cattivo, gonfiori intestinali, problemi digestivi, colo­rito giallastro o spento, occhiaie.
Riguardo all’aspetto psico-emotivo il sovrac­carico di tossine porta cattivo umore, nervosismo, irritabilità, scarsa memoria, difficoltà di concentra­zione.
I consigli che seguono sono validi non solo per una depurazione autunnale ma in tutti i cambi di stagione. Ogni cambio di stagione per il nostro or­ganismo impone necessariamente un’azione rige­neratrice.
Bere due litri di acqua al giorno a basso contenu­to di sodio per facilitare il drenaggio dei liquidi.
Un giorno alla settimana optare per una dieta semi-liquida a base di zuppe e passati di verdure, succhi centrifugati di verdura e frutta fresca: mele, carote, spinaci, pere, cavoli, zenzero, verdura a fo­glia verde, sedano.
Centrifuga per il fegato: sedano, finocchio, limone, un cucchiaino di semi di anice
Centrifuga detox: mela, carota, ananas
Eliminare o ridurre: latte, latticini, carne e grassi animali in genere, zucchero bianco. Sostituire la farina bianca con quella integrale.
Aggiungere spezie aromatiche in grado di favorire il processo di depurazione dell’organismo: cumi­no, zenzero, curcuma, finocchio, rosmarino.
• La mattina a digiuno bere un bicchiere di acqua calda con mezzo limone spremuto.
Camminare o praticare attività fisica almeno 3 vol­te alla settimana. Dormire almeno 8 ore. Prendersi del tempo per smaltire lo stress facendo attività rilassanti e gratificanti.
Assumere rimedi fitoterapici che favoriscono il processo di depurazione e rigenerazione del fe­gato. Vi sono diversi rimedi da usare sia singolar­mente che in sinergia. Le piante più utilizzate si trovano in Tintura Madre e sono:
CARDO MARIANO: ricco di Silimarina, flavonoi­de in grado di ostacolare la degenerazione e la morte delle cellule epatiche.
CARCIOFO: ottimo diuretico, per la presenza di cinarina, indicata per il drenaggio del fegato e di tutti gli organi emuntori.
TARASSACO: depurativo e diuretico, sia per il dre­naggio del fegato che dei reni. E’ la pianta più idonea per una depurazione di tossine, dopo molto stress o assunzione di farmaci.
Altre piante utili sono anche la Fumaria, la Barda­na e la Curcuma. Ovviamente queste sono indicazio­ni in generale.
Chi desidera consigli specifici in base alla sua sto­ria, all’età, e al proprio stato di salute dovrà rivolgersi al proprio naturopata di fiducia, il quale lo seguirà e consiglierà in modo specifico.
Con un organismo depurato e rigenerato anche il sistema immunitario ne gioverà facendoci affrontare l’arrivo dell’inverno al top. Naturalmente curare mol­to anche l’alimentazione.