Lunedì 17 Dicembre 2018, 10:25

Medicina Alternativa: Gli oli essenziali

Autore: dott.ssa Rosaria Aprea | Pubblicato Dicembre 2016 in Salute

Gli oli essenziali, chiamati anche essenze, oli volatili, oli eterici, sono delle miscele di sostanze aromatiche prodotte da molte piante e presenti sotto forma di minuscole goccioline nelle foglie, nella buccia dei frutti, nella resina, nei rami, nel legno. Sono presenti in piccole quantità rispetto alla massa del vegetale; sono odorosi e molto volatili, cioè all’aria evaporano rapidamente. Hanno una chimica complessa, ma generalmente sono una mescolanza di terpeni, alcoli, aldeidi, chetoni, esteri. Sono solubili in alcool e negli oli e sono insolubili in acqua. Sono infiammabili.
Fin dai tempi antichi gli uomini si sono ingegnati nelle tecniche di estrazione degli oli essenziali per poterli usare a scopo medicinale, cosmetico, odoroso ecc. Le essenze si possono estrarre per spremitura, per distillazione a vapore, per incisione del vegetale, per separazione con l’aiuto del calore, con solventi e enfleurage.
Da millenni le essenze sono state sfruttate per le loro proprietà antisettiche, dal momento che si oppongono allo sviluppo dei germi e li uccidono.
Il loro potere antisettico è generale, pur con composizioni chimiche molto differenti, e si realizza sia in presenza dei loro vapori, che per contatto diretto, anche se molto diluite.
Il potere antisettico degli oli essenziali risulta prezioso anche perché si associa a una innocuità verso i tessuti sani. Le essenze sono inoltre dotate di una capacità antitossica, cioè nei prodotti di deterioramento delle cellule: nelle piaghe si legano alle tossine e le inattivano, non per coprire i cattivi odori, bensì per impedire i processi di decomposizione.
È stato dimostrato che il potere antisettico degli oli essenziali non diminuisce col tempo. Il corpo non si “abitua” ad essi e quindi agiscono sempre efficacemente, rinforzando le difese organiche.
Hanno come completamento anche un potere cicatrizzante, il richiamo sanguigno che essi provocano stimola la rigenerazione cellulare.
L’uso di questi oli va impiegato seguendo delle indicazioni precise essendo molto potenti. Si usano pochissime gocce, a secondo se per via interna, assunzione orale, o esterna, attraverso l’assorbimento epidermico, per inalazione, bagni, massaggi.
Molta attenzione si deve fare al dosaggio orale. Farsi consigliare sempre da un medico o esperto in materia. Essendo potenti non si deve mai eccedere pensando di ottenere più risultato. È un grave errore. - Prossimamente prenderemo in considerazione qualche olio essenziale e sue applicazioni pratiche.
Se hai dubbi o perplessità per ricevere ulteriori informazioni utili puoi rivolgerti al seguente indirizzo email naturopatarosy@gmail.comGli