Giovedì 13 Dicembre 2018, 20:03

La 'PRODIGIOSA ARGILLA':mille modi per utilizzarla e come sfruttarne le capacità

Autore: dott. Rosaria Aprea | Pubblicato Luglio 2017 in Salute

Fin da tempi antichissimi l’ar­gilla è stato uno strumento nelle mani dell’uomo per costruire molteplici oggetti, co­struzioni di vario tipo e non da meno nel campo curativo, este­tico e cosmetologico.

L’argilla puo’ essere usata a scopo terapeuti­co per via interna o esterna. Anche se attualmente l’argil­la si trova sotto forma di pro­dotti già pronti per l’utilizzo, nella maggior parte dei casi i trattamenti vanno esegui­ti preparando da soli i rimedi, partendo dall’argilla in polvere. In questa prima parte esamine­remo le proprieta’ terapeutiche di alcuni tipi di argille. Poi esami­neremo le qualità cosmetiche.

Argilla Verde disintossican­te. Ha un’elevata proprietà di assorbimento dell’acqua e una forte capacità di scambio di ioni. E’ disintossicante, disinfiam­mante e depurativa. Si usa so­prattutto sotto forma di argilla ventilata, piu’ sottile, adatta per uso interno.

Argilla bianca contro le fer­mentazioni. Viene adoperata anche in trattamenti di bellez­za ma in particolare, per uso interno, nel combattere le fer­mentazioni e le intossicazioni intestinali.

Argilla Grigia: Antinfiam­mazioni. Contiene un’alta per­centuale di silicio e ha un forte potere assorbente; è indicata nella cura dell’acidità di stoma­co e delle fermentazioni inte­stinali, perché svolge un’azio­ne alcalinizzante. Inoltre aiuta a drenare i liquidi in eccesso. La grana piu’ adatta: per i ca­taplasmi su zone estese si puo’ usare l’argilla a grana grossa, per trattamenti esterni piu’ circo­scritti quella a grana fine, per uso interno serve l’argilla ventilata. L’argilla è un materiale atossico e non nocivo.

E’ opportuno pero’ prima di iniziare un trattamento pro­lungato accertare la propria personale compatibilità con la sostanza che si intende usare. Se vi possono essere delle in­tolleranze o allergie comincia­re a piccole dosi e man mano aumentare fino al bisogno del trattamento specifico.

Rimedi efficaci per molti di­sturbi: problemi di stomaco, per facilitare la digestione, contro l’acidità, per alleviare la gastrite, per le ulcere gastro-duodenali, disturbi intestinali, contrasta colite e coliche, cura la diar­rea. Contro l’emicrania, dolori articolari, artrosi e artrite e reu­matismi, mal di gola e raffred­dore, febbre, asma bronchiale, per disinfiammare i bronchi, per astenie generale, (l’argilla aiuta a ritrovare energia per­ché contiene Sali minerali indispensabili all’organismo).

Ottima per traumi e lesioni, contusioni, distorsioni. Uti­le per piaghe, ferite e ustioni Disturbi della pelle: epidermide arrossata, psoriasi, eritema solare, irritazione alle mani, acne e forun­coli, asciuga i brufoli. Depurativa della pelle, punture d’insetti ecc. L’argilla è un dono della natura. Usare sempre recipienti di ve­tro o legno per fare l’impasto. Si possono aggiungere oli essen­ziale, olio di mandorle o d’oliva a secondo del trattamento da ese­guire.

Nel prossimo articolo specifi­chero’ alcuni modi di preparazio­ne dell’argilla a secondo dell’uso terapeutico o di bellezza di cui si necessita. L’argomento è vasto ma molto interessante e utile.