Sabato 15 Dicembre 2018, 10:56

“The Indians Sorrento Bowling Team” ...la Storia

Autore: Lucio Esposito | Pubblicato Marzo 2017 in Attualità

Siamo nel 2011, tra le tante iniziative organizzate e tornei amatoriali al Bowling Sorrento, si for­ma un movimento di passione e di accanimento sportivo, che si trasforma in un gruppo organizzato, sotto la guida di Ernesto Felicissimo, infatti chiama a raccolta per rinforzare la squadra, vecchi giocatori del bowling sorrentino cha tra il ‘90 e il 2000 avevano già calcato le piste; nasce così l’A. S. D. The Indians Sorrento Bowling Team, e il club si iscrive alla Fede­razione Italiana Sport Bowling per partecipare all’an­no sportivo 2012; c’è un solo vincolo per far parte del club: difendere i colori della tribù Indians e avere come chiede la tradizione pellerossa, un nome india­no, nascono così: Toro Seduto, Gatto Selvatico, Balla coi Lupi, Volpe Bruna, Aquila della Notte.

Il primo anno di campionato è un vero battesimo: i 16 giocatori, quasi tutti esordienti partecipano al campionato della loro categoria nelle varie specialità a livello regionale. La voglia di fare bene, di compete­re, di vincere, li sprona fino a farli salire sul podio, così arrivano i primi risultati: ben 13 podi, di cui 6 primi posti regionali in tutte le specialità sia maschi­li che femminili. Queste prestazioni valgono per 7 giocatori, la convocazione a rappresentare la regione Campania alle finali del Campionato Italiano Esor­dienti.

L’anno seguente, il gioco si fa più duro, alcuni gio­catori salgono in categoria D e quindi affronteranno giocatori più esperti, grazie ancora a un imput del presidente, gli indians partecipano per la prima vol­ta al Grandi Marche Città di Salerno, un campionato monetario lungo ben 18 giornate, il confronto con atleti più esperti è una vera e propria palestra che più li abitua alla tensione delle gare. Non è tutto, l’A.S. organizza per la prima volta in Italia la 24BOWL, una maratona di bowling di 24ore a squadre, con la par­tecipazione di circa 80 atleti provenienti da tutta la regione.

Con questo allenamento ottengono più che buo­ni risultati, ben 19 podi di cui 3 primi posti regionali; e ancora una volta 4 giocatori sono chiamati alle finali del Campionato Italiano Esordienti. Alla ma­nifestazione bolognese sfiorano il colpaccio, nel sin­golo maschile l’ultimo frame impedisce a Giuseppe Esposito di salire sul podio, ma non tutto è perduto, nella prova di doppio insieme Raffaele Albano con­quistano l’argento, è la prima affermazione in campo italiano.

Siamo nel 2014, la formazione si fa più numerosa, la campagna “acquisti” del presidente porta nel club giocatori importanti ed esperti da affiancare agli ul­teriori neo promossi, Tra gli esordienti la formazione sorrentina è sempre la più numerosa in regione, ma stavolta hanno al fianco a spronarli dei mostri sacri del bowling campano. Paolo Ramondini si presenta subito: 1° posto nel doppio misto regionale, poi la prima partecipazione con ben 3 formazioni al Tro­feo Città di Napoli, e a seguire Giuseppe Cuomo vince il titolo regionale di singolo seniores, bissandolo in coppia con Ramondini nella specialità di doppio; a grande richiesta ritorna la 24BOWL con un format leggermente diverso: 12 squadre dal Lazio fino alla Puglia, ben 100 atleti, ma è l’anno di grazia: duran­te la maratona, Adriano Visconti realizza la partita perfetta: il 300, il primo al bowling Sorrento e per gli Indians, ma tutta la squadra è in forma e il trofeo Cit­tà di Sorrento rimane in casa. Continuano le vittorie in campo regionale: il Doppio in 1° 2° e 4° categoria, la Coppa Italia dicono ancora Indians. Accedono così alle finali Italiane di settembre, 6° posto per Cuo­mo-Ramondini a Torino, ma è ad Asti che c’è il botto: con una buona qualificazione il duo Lucio e Giusep­pe Esposito arrivano in finale e strappano un argento che vale più dell’oro.

E’ la premessa ad un gran finale, arriviamo a novembre, c’è l’ultimo appuntamento: le finali del Campionato Italiano di Tris e di Associazione Sportiva, nel tris di 1°-2° categoria gli Indians sfiora­no il podio, ma il giorno dopo è un altro discorso c’è in palio il titolo Italiano di Associazione Sportiva 2014 dopo un testa a testa contro le blasonate e forti for­mazioni dei Cobra Milano e Galeone Bologna, la for­mazione composta da RAMONDINI, ISAIA, VISCONTI, BORRIELLO, FORMISANO, CUOMO, vincono il titolo, dopo solo 3 anni di attività, l’A. S. D. The Indians Sorrento Bowling Team è campione d’Italia.

2015 è un anno di transizione, arrivano “solo” i titoli regionali di doppio di 1°-2°e 3° categoria, e una grande medaglia d’argento nel campionato italiano di doppio, con la coppia Cuomo-Ramondini.

Arriviamo al 2016, la squadra riprende a macinare gioco e i risultati arrivano: tris, doppio, e singolo esor­dienti sono nelle mani degli Indians; i titoli di: dop­pio in categoria A e D, di singolo B e D, di tris sono conquistati, a seguire anche la Coppa Italia e il titolo regionale di tris seniores. Acquisiscono così il diritto a partecipare ai campionati italiani nelle varie specia­lità ben 17 atleti, sembra che sia finito in modo più che soddisfacente l’anno sportivo, ma c’è ancora una specialità le finali Seniores a dicembre; sono in gara Cuomo e Ramondini, sfiorano il podio nel tris, ma poi nel doppio si rifanno e vincono il titolo Italiano, ma non è tutto, Cuomo ha una marcia in più, vince i titoli Italiani di Singolo, Master e All Event.

E il 2017? Beh!, siamo agli inizi ma alla prima usci­ta 10 giorni fa, nella specialità doppio, arrivano il 3° posto in 3° categoria con Giuseppe Esposito e Angelo Massa, e soprattutto il 2° posto con Raffaele Formi­sano e Vincenzo Borriello e il 1° posto in 2° cat. con Nello Cherubino e Mimmo Maddaloni.
Si affilano le armi, sarà una lunga stagione di bat­taglie, parola di The Indians Sorrento Bowling Team.