Lunedì 25 Gennaio 2021, 17:51

Trattamento ristrutturante alla cheratina Funziona davvero?

Autore: a cura di Fortunata Staiano | Pubblicato Ottobre 2020 in Bellezza e Moda

Autunno è la stagioni in cui è più necessario prendersi cura dei capelli messi a dura prova da sole, sale e cloro. Ma anche agenti atmosferici, inquinamento, styling aggressivi possono danneggiare la chioma e rendere i capelli deboli e sfibrati. A differenza di altri tessuti, come ad esempio la pelle, i capelli però non si rigenerano automaticamente.
Come si può allora riparare, reidratare e dare nuova forza e luce a capelli danneggiati, sensibilizzati e indeboliti? La soluzione ideale è un trattamento rimpolpante, revitalizzante, in grado di nutrire il capello che ha perso corpo e consistenza, conferendogli struttura al tatto, vigore ed elasticit&agr...

Dolori dopo una seduta osteopatica

Autore: a cura del dott. Silvio Giglio | Pubblicato Ottobre 2020 in Salute

Quando ci si sottopone ad un trattamento osteopatico naturalmente ci si aspetta ed auspica una quanto più rapida riduzione del sintomo e risoluzione della problematica.
Occorre capire però che in effetti si dà il via ad un processo globale dell’organismo che, in seguito agli stimoli dati dalla somministrazione del trattamento, inizia una ridefinizione dei suoi schemi funzionali e di compenso. Questo processo non si esaurisce dopo la singola seduta osteopatica ma perdura per i giorni seguenti per un periodo variabile da persona a persona.
Dopo una seduta osteopatica ciò che può succedere può essere schematizzato essenzialmente in questo modo:
La si...

Perché la maglia del Napoli è azzurra?

Pubblicato Gennaio 2021 in Sai Perché e Eureka

La Ssc Napoli nasce nel 1926 dalla fusione di due club: L’Unione Sportiva Internazionale Napoli e il Naples Foot-Ball & Cricket Club. L’ internazionale aveva la casacca azzurra in onore dei sovrani Borbone e degli Angioini, mentre il Naples aveva una casacca a strisce verticali di colore celeste e azzurro che rappresentavano il cielo ed il mare di Napoli. Dopo la fusione, Giorgio Ascarelli, ricco commerciante e primo presidente della storia del club calcistico partenopeo optò per la maglia azzurra in onore della dinastia Borbone che aveva regnato a Napoli: nello stemma dei re c’era infatti l’azzurro dell’antica stirpe reale.

Allenamento della forza negli over cinquanta

Autore: a cura del dott. Domenico Aliperta | Pubblicato Ottobre 2020 in Salute

Bene, bene. Oggi scriverò e, considereremo insieme, come costruire e conservare la forza. Capita frequentemente nel mio lavoro di trovare persone di età over-cinquanta dotate di buona mobilità articolare, sufficiente elasticità muscolare ma scarsa forza. Questa qualità è importantissima per la riuscita di qualsiasi iter riabilitativo e rieducativo nell’ambito motorio.
Perché non si affronta il discorso forza nella riabilitazione e negli allenamenti per maschi e femmine over-cinquanta? Perché esistono frasi comuni che creano luoghi comuni tipo: “Lo sforzo fa’ male”.
Rieducarsi alla forza non significa sollevare cari...

Lavare il cane a casa La pulizia dei nostri amici a quattro zampe

Autore: a cura di S.R. | Pubblicato Gennaio 2021 in Bellezza e Moda

Accogliere un cane nella propria casa è un momento di gioia che comporta numerose responsabilità: infatti, da quel momento, si è responsabili della sua salute e del suo benessere mentale e fisico. Queste attenzioni si concretizzano anche con il curare l’igiene di Fido. Ma come e quando lavare il cane?
Con che frequenza si può lavare il cane?
Pensare che non sia necessario lavare con assiduità Fido perché vive in casa è sbagliato. Il cane va lavato periodicamente perché smog e polveri sottili si intrappolano nel pelo e il cane riesce a liberarsene solo con una bella lavata. In media, un cane che vive in casa senza particolari occasio...

Chi sono i bambini con disturbo oppositivo provocatorio

Autore: a cura di S.R. | Pubblicato Gennaio 2021 in Attualità

l disturbo oppositivo provocatorio (DOP) è uno dei disturbi comportamentali nei bambini e nei ragazzi che esibiscono livelli di rabbia persistente ed inappropriata, irritabilità, comportamenti provocatori ed oppositività. Chi soffre di questo disturbo è testardo, irritabile, disubbidiente ed ha un carattere difficile con atteggiamenti caratteriali provocatori. Tuttavia, non viola effettivamente i diritti delle altre persone, e non è aggressivo fisicamente.
Una diagnosi del disturbo oppositivo provocatorio può essere data soltanto se i comportamenti tipici di questo problema sono persistenti per più di 6 mesi, e risultano così gravi da i...

Perché l’influenza spagnola fu chiamata così?

Pubblicato Ottobre 2020 in Sai Perché e Eureka

L’epidemia scoppiò a ridosso della Prima guerra mondiale e fu favorita dalle condizioni umane e igieniche in cui dovettero combattere i soldati sui vari fronti, all’interno delle trincee. La caratteristica più sorprendente della pandemia fu il suo tasso di mortalità insolitamente alto tra le persone sane di età compresa tra 15 e 34 anni. Quella malattia prese il nome di influenza spagnola non perché veniva dalla Spagna, ma perché i giornali spagnoli furono i primi a parlarne. Negli altri Paesi la stampa era sottoposta alla censura di guerra, e quindi negò a lungo che fosse in corso una pandemia, sostenendo che il problema fosse con...

Differenze psicologiche tra cinofili e gattari

Autore: a cura di L.R. | Pubblicato Ottobre 2020 in Cultura

Se cinofilo o gattaro? Come si fa a rispondere... E’ come chiedere : “Preferisci Londra o Parigi?”. Sono due mondi a parte, ognuno con precise caratteristiche.
Eppure da sempre c’è questa rivalità tra chi possiede un cane e chi preferisce il gatto. Uno studio americano di due psicologi del Manhattanville College di New York ha analizzato 263 americani possessori e non di animali domestici. E’ risultato che le persone che scelgono di adottare un animale domestico sono più felici e soddisfatti di chi non ne possiede. Questa conclusione ha portato ad ulteriori studi per capire quali sono le differenze psicologiche tra cinofili e dei gattari.
W le...

Dente da latte. Cosa fare se non cade?

Autore: a cura del dott. Danilo Trapani | Pubblicato Ottobre 2020 in Salute

Conosciuti come denti da latte, i denti decidui cadono naturalmente intorno al sesto anno di vita del bambino e i primi denti a cadere sono gli incisivi. A volte potrebbe verificarsi un ritardo nella caduta di questi dentini, che se non gestiti nel modo giusto dai genitori, potrebbe comportare una serie di problemi al bambino. Se i denti decidui non lascino spazio a quelli definitivi, la presenza dei denti da latte causerà posizionamenti irregolari dei denti definitivi, una conseguenze è che in futuro il bambino sarà obbligato a portare un apparecchio ortodontico per “raddrizzare” i denti.
Cosa fare in questi casi? E’ necessario intervenire per aiutare i...

Fo.M.O. La paura di perdersi qualcosa di importante

Autore: a cura di S.R. | Pubblicato Ottobre 2020 in Cultura

L’acronimo FoMO deriva dall’inglese Fear of Missing Out nasce dal desiderio di rimanere continuamente in contatto con le attività che fanno le altre persone per paura di essere tagliati fuori da eventi o esclusi da un determinato contesto sociale e quindi “perdersi qualcosa di importante”. La “scoperta” del fenomeno risale al 1996 e nel 2013 l’acronimo fu inserito di diritto nell’Oxford English Dictionary. Chi soffre di FoMO vorrebbe essere dappertutto per non perdersi niente di quello che succede intorno a sé ed essere continuamente partecipe di ciò che fanno i propri amici e conoscenti. Ne deriva che non si è mai p...

Perché in napoletano spiluccare si dice 'spuzzuliare'?

Pubblicato Gennaio 2021 in Sai Perché e Eureka

Pur se usato frequentemente solo a Napoli, il termine non ha un origine prettamente nostrana, infatti “spuzzuliare” è solo una semplificazione del verbo italiano “spilluzzicare”, forma arcaica di “spiluccare”. Una derivazione che si manifesta anche nel significato infatti “spilluzzicare” vuol dire: “assaggiare piccole quantità di cibo in maniera disordinata per svogliatezza per calmare l’appetito o per ghiottoneria”. L’origine è da attribuirsi a “peluzzo”, piccolo pelo, o “spillo”. In ogni caso fa riferimento a qualcosa di molto piccolo ed il senso è prendere una minima...

Le ricette gustose per reinventare Pandoro e Pandoro

Autore: a cura di S.R. | Pubblicato Gennaio 2021 in Cucina

A chi non sono avanzate delle fette di Pandoro o Panettone? Sarebbe un peccato sprecare queste meravigliose bontà 100% italiane famose in tutto il mondo. Allora perché non sperimentare nuove ricette per trasformarli in modo originale? Cannoli di Pandora e Nutella®
Di origine veronese, il Pandoro è un dolce sofficissimo può essere riutilizzato come base per numerose altre preparazioni. Grazie al suo sapore delicato è molto versatile e può essere abbinato a qualsiasi tipo di sapore senza timore di sbagliare. Il suo gusto semplice si sposerà bene con qualsiasi ingredienti. La ricetta dei cannoli di pandoro e Nutella® è una dolcissi...
Per la tua pubblicità su LeggimiGratis o EccomiQua:
081.19171216