Domenica 16 Dicembre 2018, 18:24

Il colore adatto per la tua cucina

Autore: Luca Ricciardi | Pubblicato Novembre 2015 in Cultura

Il cuore della casa è sicuramente la cucina e la scelta del colore giusto per arredarla è un momento delicato perché non è sempre semplice conciliare gusti personali e necessità. In questa situazione è importante armonizzare fra loro il colore protagonista della cucina cioè i mobili d’arredamento veri e propri e il colore co-protagonista quindi il pavimento. Per semplificare la scelta si può restringere il campo fra una composizione sui toni naturali, una in bianco o una colorata.

TONI NATURALI
Comprende tutte le sfumature caratteristiche della terra ed sono perfette se abbinate a mattonelle naturali o legno.

BIANCA
È un colore che trasmette raffinatezza ed eleganza, e può essere bilanciato se abbinato ad un altro colore nella scelta degli accessori come tappeti, tende, stoviglie, tovaglie, ecc.

COLORATA
Se la tavolozza prescelta è colorata, la soluzione sarà sicuramente stimolante e molto attuale.
ROSSO: indicata per personalità forti e decise, è particolarmente adatto per riscaldare gli ambienti freddi.
GIALLO: è un colore adatto per rendere luminosi gli ambienti scuri, per cui è l’ideale per la cucina e per tutte le zone poco esposte alla luce.
ARANCIO: stimola l’appetito e la digestione. Può essere abbinato al ferro battuto per creare un ambiente romantico oppure ad accessori in alluminio per avere un effetto tecnologico.
BLU: è un colore che piace sempre perché molto elegante. Scelto nei toni più chiari dell’azzurro produce un effetto rilassante e calmante. E’ meglio lasciare le tonalità più scure alle cucine molto spaziose, perché ha l’effetto di restringere gli ambienti.
VERDE: facilità concentrazione ed attenzione, adatto a chi ha un’indole anticonvenzionale.

La scelta del colore della cucina viene sempre dopo lo stile dell’arredamento che si vuole dare alla cucina: moderna o una tradizionale. C’è chi preferisce un ambiente minimalista ed elegante, e chi invece uno caldo e accogliente, ma non per questo meno moderno. La cosa più importante è che l’arredamento risulti pratico e rifletta il proprio stile.