Martedì 11 Dicembre 2018, 11:56

Nuova Mercedes Classe A: la nuova Premium compatta da Stoccarda

Autore: Alfredo Fumo | Pubblicato Luglio 2018 in Attualità

Tutti abbiamo almeno una volta , nella nostra vita, guidato Una Mercedes Classe A.
Ora che sia la prima compatta della casa di Stoccarda, dove nel 97' diventò famosa per l'adozio­ne dell'innovativo sistema ESP, oppure l'ultima ver­sione, nata per far fronte ad una clientela giovanile e dinamica, la Classe A risulta essere una autovettura destinata a diventare un'icona del panorama auto­mobilistico mondiale.
Oggi i tecnici Mercedes, hanno deciso di puntare tutto sulla tecnologia e sul piacere di guida.
Veloce, dinamica e soprattutto "sempre connessa" grazie al suo sistema MBUX. Infatti grazie a tale siste­ma, sono stati ridotti in maniera drastica il numero di pulsanti sulla plancia, la quale si presenta elegante e accattivante nelle forme.
Disponibile con tre nuovi motori a quattro cilindri, due dei quali figli della proficua cooperazione con l’Alleanza franco nipponica.
Si tratta delle unità turbo da 1.4 litri benzina con disattivazione dei cilindri quando è abbinata alla tra­smissione automatica 7G-Dct e da 1.5 litri diesel. La prima eroga 163 cavalli e 250 Nm di coppia, la secon­da 115 (260 Nm). Il terzo motore è il potente turbo benzina da 2.0 litri, 224 cavalli e 350 Nm di coppia.
Per ridurre le emissioni, anche i propulsori a ben­zina dispongono del filtro antiparticolato, mentre il propulsore a gasolio monta il sistema AdBlue.
Prima della fine dell’anno, verrà presentata anche l’inevitabile variante Amg, una delle addirittura otto declinazioni della Classe A.
A bordo la sensazione di "essere a casa" , in quanto i sedili comodi e profilati garantiscono sempre gran­de contenimento laterale, le sopsensioni non sono affatto rigide, ma equilibrate anche sullo sconnesso.
Lo sterzo pronto e deciso, risulta essere leggero in manovra.
Sotto il profilo visibilità la Classe A non è delle mi­gliori, in quanto il lunetto posteriore piccolo e legger­mente inclinato, non aiuta nelle manovra giornaliere. A questo si aggiunge la lunghezza del corpo vettura, aumentata soprattutto in termini di "passo". Coun­sumi mai al di sotto dei 10 km/l, garantiscono otti­me percorrenze grazie anche alla ottima gestione del cambio.
Classe A è arrivata, noi l'abbiamo provata per voi.