Martedì 30 Novembre 2021, 00:44

Osteopatia e cervicalgia

Autore: a cura del dott. Silvio Giglio | Pubblicato Giugno 2021 in Salute

Per dolore cervicale o cervicalgia si intende un dolore localizzato in corrispondenza del collo, che spesso si diffonde su braccia e spalle.
La cervicalgia è una problematica molto comune con cui tantissime persone convivono per mesi o addirittura anni, ed è uno dei disturbi con cui noi osteopati abbiamo maggiormente a che fare, dal momento che possono essere implicate varie strutture come vertebre, articolazioni, legamenti, muscoli e nervi.
La cervicalgia è una problematica insidiosa perché oltre al dolore al collo possono comparire una serie di sintomi di varie entità: dalla manifestazione del classico torcicollo ad un dolore che si può estendere fino alle braccia rendendo difficoltosi i movimenti anche più semplici. Dal senso di nausea, di vertigine, ai giramenti di testa, alla perdita di equilibrio o ronzii alle orecchie sino a problemi all’udito. Tutto ciò può accadere perché la zona cervicale è piena di importanti strutture nervose.
La cervicalgia può compromettere la qualità della vita sino a rendere invalidante l’intera quotidianità.
Ecco di seguito le cause più comuni che possono indurre un dolore cervicale:
Risulta dunque importante analizzare le possibili cause del dolore cervicale, tra le quali troviamo in maniera più diffusa:
una postura scorretta al lavoro o in auto
un eccessivo sforzo durante una prestazione sportiva o a causa di un lavoro pesante
colpi di frusta o traumi da caduta
vita sedentaria
problematiche legate alla colonna vertebrale come ernie, protrusioni, ipercifosi e iperlordosi
problematiche legate alla spalla, alla dentatura e alla masticazione
colpi di freddo
posizione errata durante il sonno (cuscini non idonei)
errata gestione dello stress: uno stato di stress prolungato porta il fisico a irrigidire il diaframma. Questo meccanismo comporta l’utilizzo di altri muscoli respiratori accessori causando un marcato aumento della rigidità del collo.
L’osteopata, in qualità di operatore del benessere, è in grado di analizzare le varie correlazioni esistenti tra le strutture del corpo e capire l’origine del disturbo del paziente. L’approccio osteopatico si basa sulla ricerca della causa, o più spesso delle cause del dolore più che sulla sintomatologia stessa. Non sarà quindi un approccio sintomatico ma causale, al solo scopo di prendersi cura della persona e non della patologia.
Il trattamento osteopatico è in grado di ridurre l’intensità del dolore, agendo sulle strutture maggiormente interessate nello squilibrio del corpo e aiutando a diminuire il processo infiammatorio che è alla base del dolore. Attraverso diverse tecniche, che variano a seconda della storia clinica e del caso, l’osteopata permetterà al paziente di acquisire maggiore consapevolezza del proprio corpo e del “perché” del suo dolore.
Il processo complesso che è alla base di ogni trattamento osteopatico aiuterà il soggetto ad alleviare le sensazioni di dolore, non dimenticando che un’adeguata prevenzione, un ciclo di trattamenti mirati e personalizzati e il coinvolgimento attivo del paziente sono la pietra miliare di un corretto approccio osteopatico.
L’obiettivo del trattamento deve essere quello del ripristino di una buona mobilità articolare, di un miglioramento dell’assetto posturale e dell’individuazione di tecniche di riduzione dello stress psico-fisico, causato dal dolore stesso del paziente.
La buona notizia è che si può lavorare su qualsiasi stadio di questa problematica, con ottimi risultati ottenibili già nel breve termine e con alcuni accorgimenti la sintomatologia può migliorare notevolmente.

Dott. Silvio Giglio
Fisioterapista Osteopata D.O.m.Ro.I
II Trav. S.Michele 7 - Piano di Sorrento
Cel. 338. 83.17.708