Sabato 12 Giugno 2021, 16:20

Il sedano - i suoi molteplici benefici come pianta medicinale

Autore: a cura della dott.ssa Rosaria Aprea | Pubblicato Marzo 2021 in Salute

Il sedano, il cui nome botanico è Apium Graveolens, è conosciuto nella cucina mediterranea come ortaggio tipico della cucina casalinga, immancabile insieme a carota e cipolla nel classico soffritto. 
È stata utilizzata come pianta MEDICINALE già nell’antica Grecia e dagli Egizi.
In questo articolo analizzeremo le molte virtù benefiche che contiene il Sedano e anche se vi sono delle controindicazioni e in quali circostanze.
NE ESISTONO 3 VARIETA’:
Sedano rapa, di cui si utilizza la grossa radice sia cruda che cotta;
Sedano dolce - dalla radice sottile, di cui si utilizzano le coste;
Sedano da taglio - di cui si utilizzano sfoglie, dal sapore intenso.
PROPRIETÀ DEL SEDANO:
Contro ritenzione idrica, è infatti diuretico;
Depurativo;
Abbassa colesterolo e trigliceridi;
Ricco di fibre - utile contro la stitichezza;
Aiuta la digestione;
Riduce il gonfiore intestinale;
Combatte l’ipertensione;
Utile in caso di gastrite.
Il SEDANO è un ortaggio molto ricco di acqua ma nella sua composizione troviamo anche: Potassio, magnesio, fosforo, calcio, fibre, Vitamine: A, C, E, K, e B, e antiossidanti.
Le calorie del SEDANO sono poche: circa 20 cal. per 100 gr. di prodotto. Oltre ad essere un alimento leggero ha anche un effetto saziante. Questo lo rende utile nelle diete ipocaloriche o come spezzafame.
Le fibre di cui il sedano è ricco aiutano a ridurre i trigliceridi e colesterolo. La Sedanina, una sostanza aromatica stimolante e altre molecole (fenolo, mannite, inositolo) ne potenziano le capacità digestive e di assorbimento dei gas dell’apparato digerente. Mentre gli Ftalidi, particolari fitonutrienti, permettono di controllare gli ormoni e di regolare la pressione del sangue e lo rendono adatto nel trattamento di molti casi di ipertensione.
Consumato crudo, cotto o centrifugato, questo ortaggio contrasta la ritenzione idrica grazie al suo alto potere diuretico. Questa sua capacità disintossicante unita al ricco quantitativo di Vit. A, ne fanno prezioso un alleato contro l’infiammazione. Prime fra tutte: l’acne, bruciori urinari, o le infezioni agli occhi. Stimola anche le ghiandole surrenali e sessuali, grazie alla presenza degli ormoni steroidi - delta 16.
Il sedano contiene LUTELINA, un antiossidante che aiuta a proteggere il cervello.
Tutta la pianta contiene proprietà depurative e diuretiche. Il succo di sedano depura il corpo grazie alla sua azione alcalinizzante, combatte la ritenzione idrica e quindi la cellulite. Utile anche in problemi renali o della vescica. L’azione diuretica è dovuta alla grande quantità di acqua e al suo olio essenziale che agisce come un vasodilatatore dei vasi sanguigni renali, favorendo la diuresi. 
Il SEDANO aiuta anche a proteggere la mucosa gastrica, favorendo la digestione. Le sue proprietà carminative la rendono utile nel combattere meteorismo e stipsi. 
Se consumato regolarmente aiuta ad abbassare il colesterolo cattivo (LDL) nel sangue e a regolare la pressione sanguigna, proteggendo l’organismo da malattie cardiovascolari. Svolge un’azione antinfiammatoria ed espettorante utile in caso di catarro, bronchite e tosse secca, grazie anche alle sue proprietà lenitive.
Il SEDANO contiene antiossidanti e sostanze che svolgono un’azione antitumorale, come i Flavonoidi e l’Acido Folico oltre a Luteina e Apigenina, che prevengono la diffusione di cellule cancerose nell’organismo.
Questo prezioso ortaggio può essere di aiuto anche nella perdita di peso. Ha un rapporto calorico basso e contiene fibre che aumentano il senso di sazietà.
CONTROINDICAZIONI:
Dal momento che il sedano svolge una potente azione depurativa e diuretica è sconsigliato in quantità smodata a chi soffre di gravi lesioni renali e infiammazioni alla vescica.
È sconsigliato alle donne in gravidanza poiché la presenza di glucosio può favorire un aborto spontaneo.
Questo ortaggio potrebbe causare reazioni allergiche ai soggetti già predisposti ad allergie ai pollini di betulla o ambrosia.
Come ogni alimento o pianta medicinale se ne deve attestare i benefici su se stessi facendo sempre delle prove o test e mai abusarne.
L’osservatore primario del nostro organismo e i vari segnali che ci invia dobbiamo essere NOI STESSI!!!

Dott.ssa Rosaria Aprea
Naturopata
Riceve su appuntamento
Studio di Monza e in Piano di Sorrento
Tel. 339.54.25.327