Lunedì 10 Dicembre 2018, 00:34

Silvoterapia

Autore: Luca Ricciardi | Pubblicato Gennaio 2016 in Salute

L’eco-terapia per recuperare le energie

Abbracciare un albero oppure sedersi al suo fianco è il consiglio base della silvoterapia. 

Questo metodo terapeutico si basa sull’idea antica del recupero del benessere attraverso gli alberi. Indicata sia per le persone sane, come prevenzione delle malattie, sia nelle persone malate, come aiuto e supporto nella guarigione, questo metodo terapeutico di cura e di prevenzione venne riconosciuto come metodo scientifico nel 1927.

All’epoca ai pazienti malati di polmonite veniva suggerito un lungo soggiorno in località situate proprio nei boschi. La silvoterapia, infatti, non prevede solo la pratica del contatto un albero, ma comprende anche trascorrere del tempo in luoghi boschivi. Questa cura è consigliata in particolare a chi soffre di asma bronchiale, bronchite cronica, ipertensione arteriosa, nervosismo e insonnia. Anche le persone sane possono praticare la silvoterapia camminando, correndo o facendo sport nei boschi. Inoltre, respirare l’aria dei boschi è un ottimo rimedio per riattivare la circolazione sanguigna, aumentare il numero di globuli rossi, favorire il sonno e contribuire a ritardare l’invecchiamento.

L’aria dei boschi è benefica perché contiene notevoli quantità di ioni negativi di ossigeno, che aiutano a stimolare e armonizzare i processi vitali e la sfera psichica e emozionale.