Mercoledì 28 Settembre 2022, 22:19

Fat burner. Bruciare grassi

Autore: a cura del dott. Domenico Aliperta | Pubblicato Giugno 2022 in Salute

Eccoci all’argomento più atteso dell’anno. Bruciare i lipidi, ma conservare la massa magra, i muscoli. Come fare, cosa fare? Queste sono le domande, anzi le richieste, rivolte ai personaltrainer che, poveretti, sono costretti a fare tripli e quintupli salti mortali per accontentare richieste simili a preghiere.
Certo la professionalità è tanta, ma i miracoli non sono ancora alla loro portata. Come accontentare maschi e femmine in preda a dei veri attacchi isterici?
Primo step è stabilire un obbiettivo realistico e raggiungibile senza causare stress e danni al corpo.
Il secondo step è la ricerca dell’armosomotopia (armonia delle forme del corpo).
Il terzo step è lo sviluppo di un protocollo di lavoro, cucito su misura, sulle richieste dell’allievo e su i suoi parametri fisiologici (età, sesso, patologie, peso e stile di vita).
In più il personaltrainer dovrebbe collaborare strettamente con il nutrizionista per calibrare allenamento e nutrizione, valutare il livello di stress metabolico cosi da evitare cali energetici e successivo abbandono dell’attività motoria.
Ottimo se si riuscisse a collaborare con il medico sportivo, il dialogo tra le professioni è sempre da ricercare e favorire per ottenere il migliore risultato raggiungibile tutto a pieno beneficio del paziente.
Ora passiamo all’atto pratico bruciare i grassi, trasformare il nostro metabolismo in una vera e propria fornace.
Mi raccomando premessa indifferibile visita medica prima dell’inizio di qualsiasi attività motoria, fermarsi subito ai primi segni di fastidi, allenarsi in ambienti freschi e con finestre e non affollati, idratarsi, cambiare gli indumenti se troppo sudati.
Ecco il nostro fat burner: dieci minuti di riscaldamento su attrezzi cardio, cinque minuti di stretching globale. E ora scatenate l’inferno: cinquanta squat a corpo libero, a seguire subito dopo senza riposo trenta crunch, trenta butterfly jump, dieci flessioni, due minuti di salto alla corda. Riposate un minuto e mezzo e ripetete l’intero circuito per altre due volte. Su! Poche chiacchiere e tanto sudore. Buon fat burner.