Domenica 09 Agosto 2020, 11:19

Il meglio per un’esperienza di ascolto nuova: dai ricaricabili alle connessioni bluetooth!

Autore: a cura della dott.ssa Tea Maione | Pubblicato Luglio 2020 in Salute

Oggi gli apparecchi acustici hanno subito un rivoluzionario cambiamento grazie all’avanzamento della tecnologia digitale. Non soltanto sono quasi completamente invisibili, sofisticati e miniaturizzati. Gli apparecchi acustici contengono microchip potenti come quelli di un computer ed hanno una tecnologia che analizza contemporaneamente le voci ed il rumore ambientale. Essi elaborano il suono di fondo e lo compensano affinché la persona senta in modo naturale, con la stessa ricchezza di sfumature di chi ha un udito nella norma.
L’innovazione nel campo audioprotesico negli ultimi anni sta presentando soluzioni sempre più innovative ed in linea con i tempi che corrono. Si parla già da un po’ di tempo di apparecchi acustici RICARICABILI, oramai si è liberi dal pensiero delle pile, grazie a sistemi che permettono di ricaricare il proprio apparecchio acustico con molta semplicità, basta riporli nell’apposito supporto e collegarli ad una fonte di alimentazione. Sono pensati per risparmiare tempo e guadagnare praticità. La basetta che permette la ricarica inoltre funge da power bank portatile, per poter ricaricare il proprio apparecchio acustico anche in situazioni di emergenza fuori casa e senza una fonte di alimentazione.
Nell’ultimo decennio gli apparecchi acustici si sono trasformati da dispositivi progettati con l’unico obiettivo di migliorare la condizione di persone affette da riduzione dell’udito a dispositivi “CONNESSI”. Essi consentono la trasmissione diretta di telefonate, TV, musica ed altri segnali audio direttamente dallo smartphone all’apparecchio acustico. L’apparecchio oggi giorno si connette con smartphone, TV permettendo l’ascolto direttamente tramite apparecchio acustico, fungendo da auricolari.
Sono stati inseriti funzioni di regolazione da remoto attraverso le quali il proprio audioprotesista potrà effettuare fitting senza doversi recare in studio ed autodiagnosi che il proprio apparecchio effettuerà per valutare il giusto funzionamento dello stesso.
Riconoscimento degli ambienti: se si è in un auto abbatterà il fastidioso rumore di fondo dell’auto mentre si guida; se si è un amante di musica tramite un applicazione scaricabile sul proprio smartphone si potrà modificare specifici parametri per un ascolto musicale personalizzato; se si rientra in casa sarà in grado di riconoscere il luogo e modificare la propria regolazione per un ascolto più tranquillo.
Alcune soluzioni presentano sensori integrati ed una INTELLIGENZA ARTIFICIALE. Queste caratteristiche permettono di monitorare lo stato di salute del paziente che li indossa, inviando informazioni sulla frequenza del battito cardiaco. Inoltre permette di inviare una notifica ad alcuni contatti telefonici che il paziente ha stabilito in precedenza nel caso di caduta così che i propri familiari possano immediatamente raggiungere il proprio caro per soccorrerlo.
Non si parla più, quindi, di normali apparecchi acustici, ma di dispositivi multifunzionali che ridefiniscono totalmente ciò che un apparecchio può fare.

Dott.ssa Tea Maione
Via degli Aranci 116 - Sorrento
Tel. 081.878.45.47