Sabato 15 Dicembre 2018, 09:49

Sindrome dell’Ovaio Policistico: consigli nutrizionali

Autore: dott.ssa Rosa Bifulco | Pubblicato Gennaio 2017 in Salute


La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è una for­ma di disfunzione ormonale femminile associata a infertilità, irregolarità mestruali, segni di virilizza­zione come irsutismo (aumentata peluria), acne, alopecia (capelli spenti e radi) e obesità associata a iperinsulinemia.
L’insulina è un ormone proteico che ha funzioni metabo­liche, in particolare quella di favorire l’ingresso degli zuc­cheri nelle cellule e quindi la loro utilizzazione. Quando però il corpo produce troppa insulina, a causa di uno stato di obesità, sovrappeso, o di altra disfunzione metabolica, le cellule diventano resistenti all’insulina stessa, cioè non rispondono più ai segnali dati da questo ormone. La con­seguenza di tutto ciò porta ad una concentrazione sempre alta degli zuccheri nel sangue (iperglicemia), oltre che ad altre alterazioni.
Studi recenti hanno evidenziato che a una diminuzione dell’insulina circolante corrisponde una diminuzione dei segni e sintomi di tale sindrome.
Inoltre è stato confermato che una modifica dello stile di vita, in particolare dieta ed attività fisica, permette una diminuzione dei sintomi e un miglioramento del quadro metabolico in donne affette da PCOS.

COME INTERVENIRE
Per migliorare il quadro insulinemico, quindi si consiglierà una dieta a basso carico glicemico
Alimenti da abolire : zuccheri semplici (zucchero, dolci, succhi di frutta, bibite zuccherate), le farine raffinate (pane e pasta bianchi), sono da limitare latte e derivati perché stimolano la secrezione di insulina.
Alimenti consigliati: cereali integrali, meglio se in chicchi, come riso, orzo, farro, grano saraceno ma anche quinoa e amaranto, vanno benissimo anche i legumi. I secondi sono tutti consentiti. Anche le uova a patto che siano allevate a terra
I piatti devono essere sempre accompagnati da verdure che, essendo ricche di fibre, aiutano a controllare la secre­zione di insulina. La frutta, invece, deve essere consumata con cautela, preferibilmente inserita all’interno dei piatti ricchi di verdura in modo che gli zuccheri presenti nella frutta non causino un’iperproduzione di insulina.

HAI BISOGNO DI PERDERE PESO?
Tra i secondi meglio prediligere il pesce e le carni bianche, oppure scegliere carni rosse magre, e controllare il quan­titativo di cerali consumati.
RICETTA a basso carico glicemico che potrebbe essere consigliata in una dieta per la PCOS:

RISO CON BROCCOLI E SEPPIE (4 PERSONE)

Ingredienti
350 gr di riso integrale
400 gr di broccoli baresi già puliti (solo le cimette)
400 gr di seppie
uno spicchio d’aglio
sale e pepe q.b.
peperoncino a piacere

Procedimento 
Mettere a cuocere il riso in una pentola (per una parte di riso due parti d’acqua)e chiudere con un coperchio e la­sciarlo cuocere a fiamma bassa fino al completo assorbi­mento dell’acqua. Intanto preparare i broccoletti, lavando­li e lessandoli in acqua bollente salata con sale integrale. A parte in una padella capiente porre uno spicchio d’aglio e un giro d’olio, se piace un po’ di peperoncino, e mette­re a rosolare le seppioline tagliate a listarelle e lasciare cuocere per circa 5 minuti, successivamente aggiungere i broccoli che si saranno sbollentati ( io consiglio di lasciarli un po’ croccanti in modo da dare maggiore consistenza al piatto), e lasciarli andare fino a cottura ultimata delle sep­pie.
Infine unire il riso al sugo di broccoli e seppie e mantecare e impiattare. Per un tocco più fresco si può aggiungere an­che un po’ di buccia di limone grattugiato.