Martedì 18 Dicembre 2018, 15:50

Non è vero…ma ci credo: Violet Jossop e Tsutomu Yamaguchi

Autore: Stefania Ricciardi | Pubblicato Novembre 2015 in Scelti per te

Violet Jossop è il terrore di qualsiasi marinaio, in particolare della White Star Line. Sembra che riesca a far affondare la qualsiasi nave dove abbia lavorato. La Jossop si imbarca a bordo della Olympic come cameriera, il 20 settembre 1911 questa nave (dopo “soli” 98 giorni di attività) entrò in collisione del Hawke. Successivamente si trasferì su una nave più sicura, il Titanic, inutile ricordare che affondò dopo soli 5 giorni dall’entrata in servizio.
Violet continuò la sua carriera come cameriera sulle navi della White Star Line. Cosa c’era di meglio di lavorare sulla HMHS Britannic? Ebbene il 21 novembre 1916 il Britannic colò a picco nel Mar Egeo. Indovinate chi era in servizio? La cara Violet.
Nonostante questi episodi, Violet lavorò per oltre 40 anni sulle navi, non subendo altri incidenti particolarmente gravi, guadagnandosi l’appellativo di “Miss Unsinkable” (signorina inaffondabile).

Tsutomu Yamaguchi è stato l’unico uomo al mondo capace di scampare a due lanci di bombe atomiche, in pratica ogni volta che è stata sganciata un’atomica lui era lì (o quasi). Tsutomu era progettista per la Mitsubishi di Nagasaki, ma il 6 agosto si trovava a Hiroshima in trasferta. Quella sfortunata mattina stava andando a prendere il treno per andare a Nagasaki ma alle 8,15 fu scagliato a terra dalla potente esplosione. Fortunatamente sopravvisse.
Ferito, ripartì il giorno dopo per Nagasaki e fu preso per matto quando raccontò che una città intera era stata rasa al suolo per l’esplosione di una singola bomba. Alle 11:02 però fu scagliato di nuovo a terra per l’esplosione di un altra atomica.
La fortuna di Tsutomu fu quella di trovarsi in entrambi i casi oltre 3 km dall’esplosione (presupposto per essere riconosciuto reduce).
Morì all’età di 94 anni.