Giovedì 18 Ottobre 2018, 03:48

Consuma meno sale con il gomasio

Pubblicato Ottobre 2018 in Cucina

Vero e proprio alleato della salute, il goma­sio non è un semplice condimento ma un superfood che viene dal lontano Oriente.
Ottima alternativa al classico pizzico di sale, il gomasio è composto da goma (sesamo) e shio (sale) talvolta arricchito con semi di canapa e frammenti di alga (Wakame e/o Nori). Utilizzato a crudo per condire riso, pasta, carne, pesce, verdu­re cotte e insalata, il gomasio ha una proporzione di sale molto bassa con un rapporto di 7 cucchiai di semi di sesamo biologici per 1 solo cucchiaio di sale integrale.

PROPRIETÀ
Nella medicina macrobiotica il gomasio viene utilizzato addirittura a scopo terapeutico. E’ infat­ti capace di abbassare il colesterolo, di favorire le funzioni digestive, di regolarizzare l’intestino e rafforzare il sistema immunitario.
La piccola quantità di sale marino integrale fa­vorisce oligoelementi fondamentali come iodio, magnesio, rame e zinco; mentre Il sesamo è un seme eccezionale con un contenuto di minerali superiore alla media degli altri semi oleosi: in par­ticolare calcio e un elevato contenuto di protei­ne. Tutte queste sostanze aiutano il sistema ner­voso e quindi il gomasio risulta particolarmente indicato in caso di esaurimento o affaticamento ma anche per chi soffre di osteoporosi.
Il gomasio si trova già pronto in bustine o in barat­toli di vetro nel negozio di alimentazione natura­le e biologica ma è possibile auto produrlo anche in casa propria seguendo le ricette che si trovano in rete.