Giovedì 13 Dicembre 2018, 03:49

Molari del giudizio: Perché a volte provocano dolore?

Autore: dott. Salvatore Massa | Pubblicato Agosto 2016 in Salute

La nostra bocca alloggia 36 denti, per ogni emiarcata ci sono 3 molari 2 premolari, il canino, l’incisivo laterale e centrale.
Il terzo molare, detto anche molare del giudizio, è un dente che con il tempo ha avuto sempre meno spazio per erudire. Questo perché la mandibola ed il mascellare superiore, durante l’evoluzione della specie si sono sviluppati sempre meno. I primitivi mangiando cibi crudi sviluppavano maggiormente tutte le strutture del viso. Con il passare del tempo fino ad arrivare ai giorni nostri, le dimensioni delle strutture ossee e muscolari, mangiando cibi cotti, si sono ridotte.
Il molare del giudizio, essendo l’ultimo dente ad erudire, e per lo spazio sempre più esiguo nella bocca, nella maggior parte dei casi non ha possibilità di erudire o lo fa parzialmente oppure in una posizione scorretta. Il terzo molare ha una morfologia molto variabile, con numero di radici e forma della corona diversificata.

Si decide di estrarlo quando c’è un processo infettivo o pregiudica il secondo molare. Può succedere infatti che il molare del giudizio si trovi in una posizione orizzontale, e potrebbe danneggiare il molare che lo precede, oppure se è erotto totalmente o parzialmente, dato la sua posizione molto posteriore, complica la rimozione della placca e ne facilita il suo deposito. Tutto ciò può generare carie nel molare che lo precede.
Per prevenire possibili complicanze del molare del giudizio è consigliabile effettuare controlli annuali dal dentista e all’occorrenza ricorrere ad un’ ortopantomografia.