Mercoledì 28 Settembre 2022, 22:01

Perché si racconta che la cicogna porta i bambini?

Pubblicato Giugno 2022 in Sai Perché e Eureka

Le cicogne vivono con lo stesso partner per tutta la vita, costruiscono il nido con grande attenzione in zone inaccessibili, lo riparano e lo ricostruiscono per anni. Una volta nati i pulcini, questi ricevono cibo e cure da entrambi i genitori. Questo comportamento è stato osservato fin dall’antichità dai greci, con molto rispetto, tanto che era considerato un crimine uccidere gli esemplari di questo uccello. Anche gli antichi romani li consideravano sacri. Credevano che la loro presenza fosse in grado di proteggere le donne e il matrimonio, i bambini e il parto. Queste leggende continuarono nel corso del Medioevo. Ma è solo nel XIX secolo, che la leggenda della cicogna che porta i bambini viene messa nero su bianco dallo scrittore Han Christian Andersen. Nella sua fiaba, intitolata “Le Cicogne” del 1839, racconta proprio questo episodio. La leggenda piacque molto e, piano piano, venne modificata e ampliata. In poco tempo, iniziò a espandersi in tutte le famiglie di Parigi, aiutando i genitori a rispondere, finalmente, alla pressante domanda dei loro figli: “Papà, mamma… come nascono i bambini?“.