Lunedì 14 Giugno 2021, 17:29

Sorriso gengivale cause e trattamenti dentistici

Autore: a cura del dott. Giuseppe Di Maio | Pubblicato Settembre 2020 in Salute

Il sorriso gengivale, ovvero quello che gli anglosassoni definiscono gummy smile, è un inestetismo che mette a disagio molte persone le quali hanno una linea del sorriso troppo alta, cioè quando ridono mostrano in modo eccessivo la gengiva dell’arcata superiore.
Un sorriso armonioso presuppone un equilibrio estetico tra labbra, denti e gengive: sorridendo, la distanza tra labbro superiore e margine gengivale degli incisivi superiori (i primi denti che si vedono quando si apre un sorriso), non dovrebbe superare 1 o 2 millimetri. Nel sorriso gengivale il rapporto tra il bianco dei denti e il rosa della gengiva è sbilanciato e risultare poco gradevole da un punto di vista estetico. Da 2 a 4 mm di gengiva scoperta si tratta di inestetismo lieve; da 4 a 6 moderato e oltre i 6 mm grave.
Essendo una fonte di ansia e imbarazzo molte persone cercano soluzioni per migliorare questa condizione dei denti. Per trasformare un sorriso gengivale in un sorriso perfetto esistono diversi trattamenti specifici tra cui scegliere per adottare la soluzione su misura per le esigenze di ogni paziente.
Le cause
Un’eccessiva prominenza dell’osso mascellare, una ridotta esposizione della superficie dentale, una quantità eccedente di gengiva sono alcuni dei fattori che danno vita ad un sorriso gengivale.
In alcuni casi volte il problema è l’eccessiva mobilità del muscolo orbicolare che sostiene il labbro superiore e che consente di sorridere. Quando questo muscolo mimico si contrae in modo eccessivo, viene sollevato troppo il labbro superiore scoprendo una maggiore quantità di gengiva rispetto al normale.
Altre volte il sorriso gengivale dipende dal morso profondo, ovvero da quel difetto degli incisivi dell’arcata superiore che superano quelli inferiori più del dovuto mostrando quindi una porzione di gengiva superiore.
I trattamenti
Per correggere un sorriso gengivale occorre affidarsi ad un dentista professionista che aiuterà il paziente a decidere quale sia la terapia adeguata per il suo caso. Si può scegliere una tecnica di ortodonzia che rappresenta una soluzione adeguata per chi ha paura di dinamiche più impegnative oppure l’intervento chirurgico, che è una soluzione più invasiva.
Soluzione non chirurgica
Si può correggere il sorriso gengivale attraverso l’ortodonzia che prevede di risolvere il problema semplicemente spingendo i denti dentro l’osso. Infatti, quando si sposta un dente, l’osso e la gengiva lo seguono nello spostamento. Per tale motivo una buona soluzione per contrastare questo inestetismo è di spostare verso l’alto gengiva ed osso. Se dopo tale trattamento i denti risultassero poco visibili o troppo corti rispetto alla posizione del labbro inferiore, si possono realizzare delle faccette per allungarne la forma e migliorane l’estetica.
Soluzione chirurgica
Bastano solo 30 minuti per riportare l’armonia nel sorriso gengivale. L’intervento di gengivectomia estetica, svolto in anestesia locale, comporta un’incisione principale nella parte superiore della gengiva e altre incisioni secondarie inferiori per dare armonia alle varie parabole gengivali. In questo modo verrà rimossa la componente gengivale in eccesso e il sorriso risulterà più attraente. Per valorizzare ancor meglio il sorriso verrà poi praticata un’incisione non visibile sotto il labbro a cui seguirà la lip repositioning, che consiste nel riposizionare il labbro sulla linea su cui dovrebbe essere. Questo consente di ottenere una piacevole estroflessione del labbro, capace di dare ancor maggior risalto al sorriso finalmente perfetto.
Esercizi per attenuare il sorriso gengivale
Ci sono, poi, una serie di esercizi che possono aiutare ad attenuare l’effetto del sorriso gengivale. Da praticare davanti lo specchio, questi esercizi mirati permettono di gestire i muscoli facciali in modo da nascondere il difetto estetico. L’obiettivo è quello d’Imparare a sorridere senza mostrare le gengive. Chiaramente questa è una soluzione utile nei casi di un lievissimo sorriso gengivale.
Iniezioni tossina botulinica
Largamente utilizzato per ridurre inestetismi come le rughe, il botulino è utilizzato anche migliorare il sorriso gengivale. La tossina botulinica viene iniettata alla radice del naso e va ad agire sul muscolo orbicolare, rilassandolo. In questo modo i muscoli elevatori perdono forza e tonicità e non riescono a sollevare del tutto il labbro superiore. Questo sistema per risolvere il problema del sorriso gengivale è però temporaneo. L’effetto di questa tossina durare al massimo 6 mesi, dopodiché la situazione torna ad essere quella di partenza.

Dott. Giuseppe Di Maio
Via Capo 5 - Sorrento
Tel. 081.877.19.56
Cell. 338.89.82.038