Martedì 18 Dicembre 2018, 15:51

Salute degli occhi: Come affrontare il freddo?

Autore: Luca Ricciardi | Pubblicato Febbraio 2017 in Salute

D'inverno ci si copre con cappotti, sciarpe e guanti. Ma hai mai pensato di dover proteggere gli occhi? Il vento freddo e gli sbalzi di temperatura possono compromettere la salute degli occhi. Come possiamo proteggerli d'inverno?
Congiuntiviti, lacrimazione eccessiva e persino micro­traumi dovuti all’eccessiva vasocostrizione per il freddo sono alcuni dei più frequenti fastidi invernali.
Se ti capita di uscire e di avere occhi che bruciano e lacrimano il primo accorgimento è quello d'indossare sempre gli occhiali da sole, anche d’inverno. Con il fred­do la cornea diventa meno reattiva e l’occhio fa più fatica nella visione. Si ha quindi, la sensazione di vederci male causata dallo stress a cui l’occhio è sottoposto. Per questo è bene proteggere gli occhi con lenti appropriate e dotate di certificato di conformità. Lo scopo è di ripararli dal vento freddo, dal contatto con polveri e altri corpi estranei, ma an­che dai raggi UV. È bene quindi anche d'inverno dotarsi di occhiali da sole, magari con le lenti chiare, purché forniti dei filtri secondo la norma UNI EN 1836, preferendo una prote­zione di almeno 3 (in una scala da 0 a 5). Inoltre, chi guida il motorino anche d'inverno è buono che usi sempre la visiera del casco abbassata.
Il brusco sbalzo di temperatura provoca una veloce va­socostrizione, che può portare alla rottura dei capillari: sul­le guance che prendono un bel colorito rosso, ma anche per gli occhi, che subiscono un trauma. Pertanto, laddove è possibile opta per un passaggio graduale, in modo che i vasi si abituino con calma alle nuove temperature. Chi indossa occhiali e passa da un ambiente caldo ad uno molto freddo può avere il problema di veder generare condensa, appan­naggio delle lenti. In questi casi bisogna procurarsi dei prodotti specifici da passare sulle lenti per evitare que­sto fenomeno.
Per i portatori di lenti a contatto è utile utilizzare lacri­me artificiali. Al freddo l’occhio tende a lacrimare di più, ma una volta arrivati in un ambiente caldo il rischio è che in­vece si secchi troppo, provocando fastidio ed esponendolo agli agenti aggressivi. In questo caso le lacrime artificiali saranno indispensabili per mantenere la corretta idra­tazione dell’occhio, evitando anche la fastidiosa sensazio­ne che porta a toccarsi gli occhi con più frequenza.