Domenica 16 Dicembre 2018, 16:47

Uguali ma Diversi: Oro giallo e Oro Bianco

Pubblicato Marzo 2017 in Sai Perché e Eureka

Anche se in natura l’oro presenta un colore giallo, non è possibile un suo utilizzo in commercio se non sotto forma di lega, poiché questo metallo prezioso allo stato puro è troppo malleabile. I metalli che legano con l’oro per aumentarne la durezza sono i responsabili del colore che avrà il gioiello: l’oro giallo è una lega composta da oro, argento e rame. Il valore del gio­iello dipende dalla quantità di oro presente nella lega: se la percen­tuale di oro puro (cioè a 24 carati) supera il 50% del totale, si avrà oro a 14 carati; se invece la quantità di oro puro supera il 75% si avrà oro a 18 carati.
Negli ultimi anni, sta riscuotendo sempre successo l’oro bianco, in quanto appare più sobrio e meno impegnativo rispetto al tradiziona­le oro giallo. L’oro bianco presenta una percentuale di oro puro al suo interno a cui si aggiunge un com­posto da nichel e argento o palla­dio.