Lunedì 10 Dicembre 2018, 00:48

Sorrento Folk: la tarantella che fa spettacolo

Autore: Luca Ricciardi | Pubblicato Luglio 2016 in Attualità

Sorrento Folk nasce da un’idea di Francesco Di Fiore ballerino di tarantella fin da piccino, dopo aver seguito l’insegnamento di veri e propri maestri del settore nonché maestri di vita (Salvatore Converso, Antonino Ambrosino, Francesco Saverio Apreda...). Decisa a trasmettere la sua passione anche alle future generazioni con dedizione e pazienza grazie alla fattiva collaborazione di quelli che sentono l’amore e la passione per le tradizioni, la Sorrento Folk si propone di favorire la cultura della Penisola Sorrentina in tutte le sue innumerevoli sfaccettature.
Questo mese EQ by LeggimiGratis ha incontrato gli associati della Sorrento Folk per conoscere più da vicino questi giovani che regalano emozioni con grande professionalità.

Come nasce l’idea di creare la Sorrento Folk?
La Sorrento Folk nasce nel 2000 con l’attuale Presidente Francesco Di Fiore e Antonino Apreda, nel 2004 entra a far parte anche Amedeo Di Gennaro (attuale socio fondatore). Nel 2011 entra a far parte dell’Associazione Daniela Esposito che porterà la Sorrento Folk sul web con un nuovo sito, una pagina Fb e video pubblicati su tutti i canali youtube e social per poter far conoscere a tutto il mondo che la tradizione della tarantella sorrentina continua.

Da chi è composto il corpo di ballo?
L’Associazione ha circa 50 iscritti dai 2 ai 70 anni. La nostra mission è quella di far conoscere e trasmettere alle future generazioni, ai turisti e non, una delle tradizioni di Sorrento, la tarantella. L’associazione è aperta a tutti quelli che hanno passione, grinta e voglia di ballare! Tutte le coreografie, i costumi e le basi musicali delle tarantelle sono originali dell’800.

A quali manifestazioni intervenite. Avete richieste anche dall’estero?
Partecipiamo ad eventi regionali e nazionali. Spesso abbiamo ricevuto richieste per partecipare ad eventi al Cairo, America, Spagna, Croazia e Inghilterra.

Quando e dove provate?
Gli associati si riuniscono due volte a settimana durante il periodo invernale per continuare ad arricchire le proprie conoscenze su tutte le tarantelle sorrentine. Fino all’anno scorso ci seguiva il Maestro Antonino Ambrosino che purtroppo ci ha lasciati, lui ci tramandava tutte le coreografie con gli originali passi che lui stesso aveva ereditato in gioventù dalla famiglia (anch’essi ballerini).

Chi confeziona gli abiti? E gli strumenti musicali?
Gli abiti sono confezionati dalla sarta Marsella che grazie ai modelli originali riesce a riprodurre fedelmente gli abiti dei ballerini. Gli strumenti musicali sono realizzati interamente a mano da alcuni componenti del gruppo quali Amedeo, Tonino ed Enzo.

Come si può trasmettere ai giovani la passione e l’amore per le tradizioni artistiche della nostra terra?
Riusciamo a trasmettere ai giovani di oggi (nonostante i tempi siano cambiati) la passione e l’amore per le nostre tradizioni, coinvolgendoli, spiegando loro attraverso i balli, i canti e i giochi tradizionali che è importante preservare usi e costumi che affondano le radici nel passato.