Domenica 16 Dicembre 2018, 16:04

Il modo giusto per chiudere una relazione

Autore: Luca Ricciardi | Pubblicato Gennaio 2016 in Cultura

La tattica più diffusa per chiudere un rapporto sentimentale è quella di cercare “indorare la pillola”. Per mancanza di coraggio si cerca di comunicare al partner la fine del sentimento, proponendo amicizie improbabili, la promessa di qualche incontro in futuro o, peggio, la disponibilità di restare in contatto con lunghe telefonate. Chi non si vuole rassegnare all’idea di perdere l’amata/o, interpreterà tutte queste proposte come ritorni di fiamma e cercherà con ogni mezzo di trasformare l’amicizia in amore, gli incontri in cene romantiche e le telefonate in dichiarazioni strappalacrime.

Che fare se l’ex non vuole proprio capire che non ha più speranze? Quando l’altro chiama di continuo durante la giornata, sommerge con SMS di dubbia utilità e inonda di domande per carpire informazioni su eventuali nuove condizioni sentimentali la cosa migliore da fare è quella di NON RISPONDERE. E’ consigliabile lasciar squillare il telefono a oltranza e non badare a nessun messaggio, anche quando la compassione sembra prendere il sopravvento. Nelle situazioni più estreme, si può addirittura ricorrere al cambio d’utenza telefonica o alla richiesta di blocco della chiamata in entrata al proprio operatore.

La chiusura delle relazione dovrebbe essere sempre chiara e definita. Questo non significa che in seguito non possa nascere anche un’amicizia, ma occorre mettere ben in chiaro all’ex i motivi per cui la passione non può tornare(nemmeno se fosse l’ultimo/a rimasto/a sulla Terra).