Martedì 26 Gennaio 2021, 16:59

'Occhio' alla disidratazione!

Autore: a cura di Erminio Ricciardi | Pubblicato Agosto 2020 in Cultura

E’ proprio il caso di dirlo. Eh sì perché non tutti sanno che bere poca acqua può causare disturbi anche agli occhi e alla vista.
Il corpo perde liquidi in diversi modi: con il sudore, le urine o in presenza di problemi intestinali. Quando il corpo perde troppi liquidi c’è anche una produzione più ridotta delle lacrime dovuta a scarsa lubrificazione. Di riflesso, aumenta la secchezza oculare e le probabilità di problemi alla vista come irritazione e vista sfocata. Il modo migliore per curare gli occhi secchi è bere tanta acqua tutti i giorni e mangiare molta frutta e verdura: se non si beve a sufficienza si possono accentuare le cosiddette “mosche volanti”, puntini, “ragnatele” e altri addensamenti che si muovono con lo sguardo, chiamati corpi mobili.
In vacanza bisogna prestare attenzione ad alcuni accorgimenti per mantenere gli occhi in buona salute. In presenza di infezioni della cornea o infiammazioni oculari come congiuntiviti e cheratiti vanno evitati bagni al mare o in piscina. Anche nuotare con le lenti a contatto aumenta il rischio di infezioni batteriche degli occhi. E’ consigliabile per chi indossa lenti a contatto in spiaggia portare con sé una confezione di lacrime artificiali per contrastare l’evaporazione del film lacrimale che ricopre la superficie oculare. Attenzione anche a non affaticare gli occhi fissando il display di dispositivi elettronici in spiaggia in presenza di molta luce. Chi ha l’abitudine di nuotare sott’acqua è preferibile che usi gli occhialetti, perché cloro e sale possono essere irritanti. Sciacquare con abbondante acqua fresca gli occhi nel caso in cui accidentalmente si strofinano con le mani: potrebbero veicolare sabbia, crema solare o altri corpi estranei. E’ importante proteggersi dai raggi Uv utilizzando occhiali da sole di buona qualità, con lenti certificate a marchio CE, soprattutto se è presente molto riverbero.