Sabato 15 Dicembre 2018, 08:19

Roxy bar: il giusto equilibrio tra gusto ed estetica

Autore: Stefania Ricciardi | Pubblicato Dicembre 2015 in Attualità

Il Roxy Bar non ha bisogno di presentazioni. La rinomata pasticceria della famiglia Esposito in piazza Sant’Agata è un fiore all’occhiello della costiera sorrentina, un elegante bar che vanta numerosi riconoscimenti importanti come quello della guida del Gambero Rosso.

Tutto è nato 25 anni fa dall’affiatamento professionale e personale di una giovane coppia di sposi, Tonino e Pina, che decidono di aprire una pasticceria al centro di Sant’Agata. Credono fortemente nel loro progetto e iniziano a coltivare la loro passione: la pasticceria.
E con perseveranza, costanza e abne-gazione comincia-no a distinguersi per la grande professionalità unita alla forte personalità di Tonino.
È proprio quest’ultima la marcia in più che ha permesso al Roxy Bar d’arrivare al successo di oggi.

Tonino Esposito ha sempre avuto un rapporto speciale con il palato, essendo attratto sia dal dolce che salato. Si diploma come cuoco alla scuola alberghiera, ma si scopre pasticciere dopo una importante esperienza di lavoro in Inghilterra che gli permette di ampliare i propri orizzonti lavorativi. Una volta tornato a casa, Tonino inizia a frequentare corsi e dimostrazioni di grandi nomi della pasticceria italiana del calibro dei Maestri Pasticcieri Eliseo Tonti e Leonardo di Carlo, giudice di gara del seguitissimo programma televisivo “Il più grande pasticciere” in onda su Rai Due. Altra grande passione di Tonino è il cioccolato che da anni lavora in maniera artigianale sperimentando nuove alchimie di sapori che risultano molto apprezzate dai numerosi estimatori attratti dalle meraviglie dei suoi cioccolatini.

Col tempo anche il figlio Giuseppe si affianca ai genitori diventando una figura importante nel laboratorio. Allarga le conoscenze trasmessegli dal padre intraprendendo uno stage di formazione dal più famoso pastrystar Luca Montersino, un vero e proprio mito nel mondo della pasticceria, e successivamente un corso di specializzazione dal grande maestro pasticciere Salvatore De Riso nel suo illustre laboratorio di Tramonti. Oggi Giuseppe, nonostante la sua giovane età, è un valente pasticciere che contribuisce ad incrementare il successo del Roxy Bar con una professionalità a 360 gradi nel mondo della pasticceria. In particolare a lui si devono le magnifiche decorazioni su dolci e torte che fanno di Giuseppe un cake designer capace di accontentare le richieste dei clienti più difficili.

Ma il vero regista di questo progetto è sicuramente Pina che con grande passione promuove l’immagine del bar occupandosi con professionalità di allestire il locale, di realizzare le vetrine e di curare con cortesia i rapporti con la clientela. Ogni anno Pina presenta ai clienti le ultime golosità nate per deliziare i gusti di tutti, ma prodotte solo con ingredienti di alta qualità: nel laboratorio di Tonino e Giuseppe, infatti, sono banditi l’olio di palma e i grassi idrogenati. Il Roxy Bar si differenzia, inoltre, per i suoi lievitati da ricorrenza (panettoni e colombe) preparati senza alcuna aggiunta di ingredienti artificiali quali mono digliceridi degli acidi grassi o aromi chimici di sorta e per la cui produzione viene impiegato solo la pasta madre, un lievito assolutamente naturale. Molto apprezzati in questo periodo sono i panettoni artigianali proposti in diverse versioni: classico, al cioccolato, ai frutti di bosco e il famoso agrumello con arance e limoni canditi della Penisola Sorrentina. Ultimo nato nel laboratorio Esposito il ricco Pan del Tony con pistacchi, albicocche e arance candite per un sapore davvero unico: una vera e propria tentazione golosa da assaggiare assolutamente. Ogni creazione è presentata in una confezione elegante e raffinata curata fin nei minimi dettagli per offrire al cliente il giusto equilibrio tra gusto ed estetica.

Tonino e Pina sono due grandi fans di Vasco Rossi. Da qui la scelta del nome Roxy Bar che prende spunto dalla famosa canzone “Vita spericolata” dove Vasco canta “E poi ci troveremo come le stars a bere del whisky al Roxy bar”.