Domenica 16 Dicembre 2018, 15:48

''Fuoco di Sant'Antonio'': la rabbia che esplode sulla pelle

Pubblicato Maggio 2018 in Salute

Conosciuta anche come “fuoco di Sant’Antonio”, l’Herpes Zoster è causata dal virus della varicella che può rimanere silente per tutta la vita oppure riatti­varsi in seguito ad un lungo periodo di stress e stan­chezza. La parola Herpes deriva dal greco hèrpein e signi­fica strisciare. Infatti questo virus striscia silenzioso come un serpente dall’interno del corpo ingannando le difese immunitarie. Ma giunto all’esterno esplode come un fuoco bruciante provocando forti dolori, vescicole ed eritemi sulla zona del corpo colpita. In campo psicosomatico è il risultato di un prolungato abuso di pazienza, costrizio­ni e divieti. È il corpo che urla la propria rabbia, paura e la voglia di apportare un cambiamento radicale.

L’aspetto psicologico comune a chi soffre di herpes è un eccessivo coinvolgimento emotivo verso una persona o una situazione particolare. La paura di sbagliare, di non farcela o di non essere all’altezza può spingere a dare e fare sempre di più, anche oltre il proprio limite fisico e mentale. Agendo in questo modo si finisce per non pre­stare più attenzione a segnali come stanchezza, tristezza, contrarietà, annullando così bisogni e desideri. Ecco allora che l’herpes esplode prepotentemente per fare spazio a quella parte di te a cui non è stato concesso nulla, creando una sorta di sfogo. L’herpes suggerisce dunque un im­portante insegnamento: prendersi cura di se stessi.
Prova a riflettere sul tuo stile di vita. Riscontri di es­sere troppo stressato, ansioso e teso? Allora è il caso di apportare subito un cambiamento prendendoti maggiore cura di te stesso e imparando a rispettare i tuoi tempi na­turali. La guarigione richiede sempre diverse settimane e tanta pazienza.