Domenica 16 Dicembre 2018, 16:10

Risarcimento danni auto in area privata ad uso pubblico

Autore: a cura dell. Avv Patrizia Cappiello | Pubblicato Febbraio 2017 in Cultura

“Mentre mi trovavo con la mia auto nel parcheggio di un ipermercato sono stato urtato da un muletto che stava scaricando dei prodotti. Chi mi risarcirà i danni?”

Le norme del codice della strada, che permettono, tra l’altro, di determinare la responsabilità dei soggetti coinvolti in un incidente, si applicano anche nei luo­ghi privati ove è consentito l’accesso al pub­blico ed adibiti al normale traffico veicolare. Pertanto, i parcheggi che garantiscono l’accesso a un numero indeterminato di persone, ossia esiste la possibilità di accesso a soggetti diversi dai proprietari, sono aree equiparate alle strade di uso pubblico.
I veicoli che circolano all’interno di queste aree sono soggetti, oltre che alle norme del CdS e all’art.2054 cod. civ., all’assicurazione obbligatoria che, in caso di incidente, prov­vede a risarcire i danni che i predetti veicoli possono causare.
Spesso all’interno delle aree di parcheg­gio degli ipermercati circolano veicoli a mo­tore, quali carrelli elevatori e macchine ope­ratrici, come i muletti, non assicurati per la RCA (Responsabilità Civile Auto), in quanto erroneamente si ritiene che le aree azienda­li siano private, non equiparate ad uso pub­blico, e che quindi i veicoli ivi circolanti non siano soggetti all’assicurazione obbligatoria.
Qualora i piazzali aziendali siano equi­parabili ad aree ad uso pubblico, quando ad esempio vi si può parcheggiare per andare a fare la spesa, i danni provocati a terzi all’in­terno di dette aree da carrelli o macchine operatrici, che non hanno una polizza di as­sicurazione rca, che è obbligatoria, non sono coperti e restano a carico delle aziende proprietarie di detti veicoli.