Martedì 11 Dicembre 2018, 13:09

Cose mai viste!!! Eppur ci sono

Autore: Laura Cuomo | Pubblicato Aprile 2017 in Cultura

Un recente articolo di Greenpeace ha voluto mettere in evidenza le “cattive abitudini” degli abitanti del Paese spiegando che tutto quello di cui ci sbarazziamo attraverso il wc, prima o poi fi­nisce nei fiumi, nei mari e negli oceani, inquinandoli inesorabilmente e per svariate decine di anni.

Quali sono i materiali che dovremmo smettere di buttare nel water?

ASSORBENTI: Una donna nell’arco di una vita usa circa 12mila assorbenti. Gli assorbenti o i tamponi sono composti da cotone e plastica, quindi non vanno mai buttati nel water. In questo caso, sono capaci di creare problemi seri alle tubature domestiche, oltre che ai sistemi fognari. Non essendo affatto biodegra­dabili, sono anche fortemente inquinanti per le acque dove finiscono. 

COTTON FIOC E DISCHETTI STRUCCANTI: Non vi stupirà sapere che la seconda minaccia per il siste­ma fognario sono i cotton fioc e i dischetti struccanti. Questi oggetti di uso decisamente comune non sono mai biodegradabili, per cui diventano masse informi, vere e proprie mine vaganti nei sistemi fognari. 

SALVIETTE UMIDIFICATE: Alcune tipologie di sal­viette umidificate sono biodegradabili, altre no. In ogni caso, la raccomandazione è di non buttarle dentro il water. Il problema per il servizio idrico è che tutta questa massa di salviette intasa continuamente le fogne, creando problemi e guasti. Il gruppo ambientalista ag­giunge che ci sono tante soluzioni non “usa e getta” da preferire alle salviette umidificate, con minore im­patto sull’ambiente.

PRESERVATIVI: Ebbene si, i preservativi sono un problema “gigante” per le fogne ai quattro angoli del globo. Il punto vero è che quasi tutti i tipi di preservati­vi non sono affatto biodegradabili, quindi scaricarli nel water equivale a consegnarli ad una vita centenaria prima nelle fogne e poi nell’acqua che andranno ad inquinare. In questo caso (per fortuna?) non esistono alternative riutilizzabili, ma è decisamente meglio non buttarli mai nel water, perché non si decomporranno con l’acqua.
Per concludere, ecco un elenco di sostanze che, immesse negli scarichi domestici, potrebbero blocca­re e nuocere ai delicati equilibri di un impianto di depu­razione (visto che la messa in funzione dell’impianto di depurazione della Penisola Sorrentina sembra ormai essere imminente!)