Martedì 18 Dicembre 2018, 16:12

Se sorridi il tuo volto in foto appare più vecchio

Autore: Daniela Nunzia Malvone | Pubblicato Luglio 2017 in Cultura

La convinzione comune è che un bel sorriso faccia apparire più giovani. Le aziende che producono creme per il viso e dentifrici pubblicizzano la stessa idea tutti i giorni. Eppure è un falso mito perché non corrisponde a quello che il cervello percepisce nella realtà.

Vuoi realizzare il selfie perfetto? Se vuoi ap­parire più giovane evita di sorridere durante lo scatto. Il cervello attribuisce un’età maggiore ai volti sorridenti: la colpa è dei segni d’espressio­ne, che vengono letti come rughe di vecchiaia. La cosa migliore è puntare su una faccia stupita, che invece viene percepita come più giovane.
Lo dimostra uno studio pubblicato su Psychonomic Bulletin & Review dalla Western University, in Canada. I ricercatori hanno chiesto a un gruppo di volontari di osservare una sequenza di immagini in cui erano ritratte persone con un viso sorridente, uno neutro e uno sorpreso, chiedendo di stimare l’età delle persone fotografate. Le risposte dei volontari hanno stupito gli studiosi che hanno riscontrato che ai volti sorridenti venivamo attribuiti due anni in più rispetto ai volti con un’espressione neutra. Al contrario, l’espressione stupita era valutata qualche anno più giovane, facendo apparire il volto più fresco e luminoso.

Perché questa strana percezione? Secondo i ricercatori, si spiega con il fatto che il cervello si focalizza sulle linee di espressione che inevitabilmente si formano intorno agli occhi strizzati dal sorriso e li associa alle rughe di vecchiaia. Quando il volto assume un’espressione stupita, invece, tende a stirare la pelle minimizzando ogni segno dell’età.