Mercoledì 19 Dicembre 2018, 10:25

Clorofilla: Sangue Vegetale

Autore: Daniela Nunzia Malvone | Pubblicato Settembre 2018 in Cultura

La clorofilla è il pigmento che colora i vegetali, assorbe la luce e avvia la fotosintesi. Ha una composizione chimica simile a quella dell’emoglo­bina, con una sola differenza: nell’e­moglobina l’atomo centrale è di ferro, nella clorofilla, di magnesio. Proprio come accade a una pianta che riceve luce, ossigeno e nutrimento, una cura a base di clorofilla, già dopo qualche giorno, aiuto il corpo a rifiorire: ritornano energia e buo­numore e la pelle è più luminosa.
Dove si trovi la clorofilla?
Sono ricchi di clorofilla tutti i vegeta­li verdi (comprese alcune alghe, come la spirulina). Più le foglie sono scure e più ne contengono: spinaci, asparagi, rucola, cicoria, tarassaco, broccoli, cime di rapa, carciofi, prezzemolo, rucola, porri, prez­zemolo, cavolo riccio e cavolo nero; ma anche zucchine, piselli, germogli d’orzo, mele verdi biologiche e kiwi, che sono an­che ricchissimi di vitamina C, utile a favori­re l’assorbimento della clorofilla. L’ideale è gustare questi vegetali il più possibile freschi e a crudo, in insalata o sotto forma di succhi e centrifugati, perché il calore della cottura deteriora gli enzimi e azzera l’efficacia della clorofilla.
Clorofilla in gocce
La clorofilla è reperibile anche sotto forma di estratto liquido: se ne bevono 10 gocce al giorno la mattina a digiuno, diluite in mezzo bicchiere d’acqua natu­rale. Assicurati che si tratti di un pro­dotto certificato biologico, e assumilo per un mese, sospendi 15 giorni e poi riprendi. Ripeti il trattamento 4 volte l’an­no soprattutto ai cambi di stagione.
Benefici della clorofilla
l’assunzione di clorofilla è considerata utile per l’intestino per riequilibrare la flora batterica;
aiuta l’organismo ad eliminare le tos­sine;
ha proprietà anti-invecchiamento ag­gredendo i radicali liberi;
migliora la circolazione ed è conside­rata un valido aiuto per prevenire le vene varicose;
facilita l’eliminazione di residui di me­dicinali e dai metalli pesanti che respi­riamo e ingeriamo costantemente a causa dello smog e dell’inquinamento;
esercita un’azione purificante per il fegato;
stimola il metabolismo;
aiuta l’organismo ad utilizzare al me­glio l’energia e a resistere allo stress;
é utile come ricostituente, ad esempio dopo l’influenza;
in caso di anemia, aiuta i globuli rossi a trasportare il ferro verso gli organi;
facilita l’assorbimento del calcio e può dare sollievo a chi soffre di gastrite, co­lite o ulcera;
é utile per regolarizzare il ciclo me­struale;
migliora il lavoro del cuore e previene l’ipertensione.
aiuta a contrastare infiammazioni come: mal di gola, male ai denti, gen­giviti, infiammazioni e ulcere dello sto­maco e dell’intestino.

Effetti Collaterali
Dopo molti anni di uso clinico non sono stati rilevati effetti collaterali o tos­sici in dosi normali. In caso di sovrado­saggio, può avere come conseguenza diarrea e crampi addominali. In presenza di tali sintomi è consigliabile rivolgersi ad un medico.