Martedì 18 Dicembre 2018, 15:51

Che cos’è l’auricoloterapia?

Autore: dott.ssa Rosaria Aprea | Pubblicato Novembre 2016 in Salute

L’auricoloterapia consiste nell’intervento su specifici punti del padiglione auricolare a scopo terapeutico. Agire sull’orecchio per curare parti del corpo è questo il principio su cui essa si basa, una pratica della medicina complementare nota anche come agopuntura auricolare, ma che, in realtà, non usa sempre gli aghi e che è una fusione tra l’antica pratica cinese e tecniche occidentali che si sono sviluppate in Francia negli anni cinquanta del XX secolo, ad opera di un medico di base di Lione, il Dott. Paul Nogier.
L’auricoloterpia si basa sull’assunto per cui il padiglione auricolare riproduce in maniera dettagliata l’insieme dell’organismo umano.
L’orecchio è il luogo di confluenza di precisi canali energetici corrispondenti a organi e funzioni dell’organismo. Tali punti vengono stimolati, tramite diverse modalità, aghi, laser, stimolatori o anche manuale, per trattare malat¬tie organiche e squilibri energetici di vario tipo. Può aiutare ad alleviare o risolvere disturbi in parti lontane dall’organismo, come il petto, l’addome e i piedi inviando segnali al cervello che, a sua volta, attiva dei riflessi che hanno un effetto su altre zone del corpo.
Le applicazioni più frequenti di questa pratica riguardano la disintossicazione da droghe, alcool e cibo, nausea, ipertensio¬ne, dolore cronico o acuto, insonnia, stress, attacchi di panico, depressione, lombo sciatal¬gia, cervicalgie, periartrite scapolo-omerale, psoriasi, ecc. (Ho risolto io stessa molti casi di emicrania e cefalea come pronto soccorso, in pochi minuti di trattamento, molto più rapido di una pastiglia e senza effetti collaterali).
I benefici dell’auricoloterapia sembrano esse¬re mediati dalle endorfine, molecole prodotte dall’organismo proprio per alleviare il male fisico. Ovviamente essendoci nel microsiste¬ma dell’orecchio ben 90 punti che si possono stimolare, possiamo trattare qualunque parte del corpo secondo necessità e sempre con competenza. Anche l’auricoloterapia ha una scarsa presenza di controindicazioni. Questo permette a tutte le fasce di età di potersi avvi¬cinare a tale disciplina e di sottoporsi a tratta¬menti di stimolazione auricolare.