Domenica 08 Dicembre 2019, 06:18

Aiuto dai fiori di Bach per chi ha difficoltà di apprendimento

Autore: a cura della dott.ssa Rosaria Aprea | Pubblicato Settembre 2019 in Salute

Siamo alle soglie dell’inizio del nuovo anno scolastico, sia per i bambini che cominciano la loro avventura nelle scuole primarie e sia per i studenti delle classi successive. Non tutti reagiscono allo stesso modo nell’apprendimento di ciò che viene insegnato o proposto dai vari insegnanti e, purtroppo, per alcuni bambini e i loro genitori, il periodo scolastico diventa una fonte di autentico “stress” prolungato per diversi mesi.
Come la natura può venire incontro per migliorare alcune difficoltà dell’apprendimento? Prendiamo in esame alcuni fiori di Bach specifici per dare un input positivo a uno stato negativo esistente.
Il fiore di Bach utile per difficoltà di apprendimento è CHESTNUT BUD (l’ippocastano detto anche Castagno d’India). La floriterapia usa le gemme perché queste raccolgono tutta l’energia vitale della pianta. Allo stesso modo agisce questo rimedio: dà la sferzata di energia necessaria per cambiare la propria vita, per uscire dalla ripetitività e andare verso nuove possibilità. Il dott. Edward Bach descrisse così questo rimedio: per quelli che non traggono troppo vantaggio dall’esperienza e dall’osservazione, impiegando più tempo degli altri per apprendere le lezioni, dall’insegnamento sia di maestri che dalle esperienze di altri intorno a sé. I sintomi sono: distrazione, ingenuità, fretta, lentezza di apprendimento, blocco nello studio, mancanza di interesse nel presente, eccessiva speranza nel futuro, rimozione, repressione, isteria, handicap mentale, continuo ammalarsi senza sapere il perché, paranoia, inconsapevolezza. Il rimedio CHESTNUT BUD promuove la consapevolezza. Chi prende questo rimedio diventa più attento a quello che fa e impara a riflettere e a non gettarsi a capofitto in qualsiasi esperienza solo per dimenticarsi di sé e che invece può farcela a migliorarsi.
Altro rimedio per mancanza di interesse è CLEMATIS. I sintomi di chi può aver bisogno di questo rimedio sono: difficoltà di concentrazione, sbadataggine, eccessivo spreco di energia, sentirsi perso nei propri pensieri, far domande senza ascoltare la risposta, immaginazione, eccessivo disordine, indifferenza, scarsa memoria. La trasformazione positiva per questi soggetti è che il rimedio li aiuta a conservare la creatività, la dolcezza, la fantasia, ancorandole però alla realtà. In questo modo la vita di CLEMATIS viene arricchita e non depauperata dalle continue fughe in altri mondi, a volte fantasiosi.
Per lo scoraggiamento c’è GENTIAN. Coloro che si scoraggiano facilmente , sia a scuola o in tutti i campi delle attività della vita, piccoli e grandi, dovrebbero assumere GENTIAN. Essi possono migliorare progressivamente nella loro malattia o nei loro affari quotidiani ma ogni piccolo ostacolo, il più leggero ritardo in questa progressione causa loro dubbi e li demoralizza. GENTIAN aiuta a correggere la nostra inclinazione interiore al pessimismo. Insegna ad affrontare ogni problema come tale, senza lasciarlo dilagare dentro di noi. GENTIAN è utile anche in caso di depressioni temporanee, quelle causate da avvenimenti improvvisi e dolorosi come un lutto, la rottura di una relazione sentimentale o di una forte amicizia anche scolastica. GENTIAN è utile anche per chi non trova vantaggio da visite con uno psicoterapeuta, perché dubitando di tutto, mettono in discussione anche il loro terapeuta. Gli effetti positivi che produce GENTIAN sono: insegnare a isolare il singolo problema in modo che questo non diventi più devastante; aiuta ad avere più coraggio e fiducia per lottare, per fronteggiare i problemi senza lasciarsi cadere nello sconforto e nella disperazione. Nel caso degli scolari e degli studenti insegna ad avere più consapevolezza che anche in prove e in studi complessi potranno farcela.
I fiori di Bach si assumono per migliorare da uno stato negativo a uno stato positivo 4 gocce alla volta sottolinguale ogni 2/3 ore in qualunque momento della giornata, per una miscela di massimo 5 fiori. Nei casi complessi si possono assumere 4 gocce anche ogni 2 ore e gradualmente diminuire fino ad assumerlo 2/3 volte al giorno.

Dott.ssa Rosaria Aprea
Naturopata
Riceve su appuntamento
Studio di Monza e in Piano di Sorrento
Tel. 339.54.25.327