Giovedì 13 Dicembre 2018, 19:06

Danni derivanti da sinistri stradali occasionati da fauna selvatica

Autore: Avv. Patrizia Cappiello | Pubblicato Maggio 2016 in Cultura

Mia figlia è stata coinvolta in un sinistro causato dall’attraversamento su una strada provinciale all’interno di un parco nazionale di un branco di cinghiali. A chi posso chiedere il risarcimento del danno patrimoniale subito?

La disciplina applicabile al caso di specie deve essere ricostruita sulla base dei principi generali sulla responsabilità civile che impongono di individuare il responsabile e/o i responsabili dei danni nell’ente o negli enti dotati di poteri di gestione e di controllo del territorio e della fauna ivi esistente e che quindi siano meglio in grado di prevedere, prevenire ed evitare gli eventi dannosi.

Si tratta sempre di situazioni molto controverse, perché mancando una precisa disposizione di legge rimane aperta la questione su chi ricade la responsabilità civile per i danni derivanti da collisioni tra autoveicoli e fauna selvatica.

A prima vista il soggetto principale sembrerebbe essere lo Stato, in quanto, ai sensi dell’articolo 1 della legge n. 157/1992, “la fauna selvatica è patrimonio indisponibile dello Stato”. Invece, di norma, il soggetto competente a ricevere le richieste di risarcimento dei danni è la Regione, in quanto l’art.117 della Costituzione ha assegnato la competenza istituzionale in materia di gestione faunistica alle singole Regioni. Tuttavia, molte Regioni, nell’ambito della loro autonomia, hanno delegato l’esercizio della funzione in materia di gestione faunistica alle Province, però se il sinistro è avvenuto all’interno di un Parco (nazionale o regionale), vi è responsabilità anche dell’Ente Parco coinvolto.

La Corte di Cassazione si è pronunciata frequentemente sulla materia, recentemente un’importante sentenza sembra aver messo ordine sull’intera materia, invero, ai sensi del nuovo principio di diritto enunciato dalla Corte, la responsabilità per i danni provocati da animali selvatici alla circolazione degli autoveicoli deve essere imputata all’ente (Regione, Provincia, Comune, Ente Parco, ecc.) a cui siano stati concretamente affidati, nel singolo caso, i poteri di amministrazione del territorio e di gestione della fauna ivi insediata, sia che i poteri di gestione derivino dalla legge, sia che derivino da delega o concessione di altro ente.
Purtroppo accade di rado che le norme siano sufficientemente chiare da escludere un sovrapporsi di responsabilità pertanto, nel dubbio legislativo, il risarcimento danni può esser chiesto a tutti gli Enti coinvolti, ognuno per le proprie competenze.