Lunedì 10 Dicembre 2018, 01:12

I trucchi per spendere meno e godersi una vacanza di mare

Autore: Luca Ricciardi | Pubblicato Luglio 2016 in Cultura

L’estate è oramai iniziata, ma ancora non hai deciso dove andare in vacanza? Cerchi un posto dove trascorrere qualche giorno di riposo ma non riesci a trovare un’offerta adatta alle tue finanze? Non disperare. LeggimiGratis.it ti svela qualche trucchetto da attuare per poter viaggiare a costi davvero super contenuti. Spesso l’idea comune di vacanza è quella di un mare cristallino, una spiaggia bianca lontani dalla confusione generale. Stai pensando alle Maldive? O a qualche spiaggia dei Caraibi? O magari alle Seychelles?

Ti piacerebbe andare in una di queste località spendendo solo 200/300€ a persona? Il prezzo è quello, non si va alle Maldive, ma in un posto che ci si avvicina molto.

IL SALENTO
A meno di 400 km da Napoli e senza spese di autostrada, si esce ad Avetrana da cui si estendono 90 km di magnifiche spiagge di sabbia bianca dove il mare scende molto dolcemente (ideale soprattutto per chi ha bambini piccoli).
Ma come fare a districarsi su 90 km di spiagge? Come trovare il punto ideale per poter trascorrere in pace le ferie senza spendere un capitale? Esistono piccoli semplici trucchi. 

Cerca di adattarti
È ovvio che alloggiare in un hotel in riva al mare ha senza dubbio i suoi vantaggi: è più romantico, non si deve prendere l’auto per andare in spiaggia, puoi rientrare in stanza in qualsiasi momento…
Ma tutti questi confort costano! Un albergo sulla spiaggia nel comune di Porto Cesareo (a dire di tanti una delle 10 spiagge più belle al mondo) può costare anche 400 euro a notte. Decisamente fuori budget. Alloggiando invece nei comuni interni del Salento i prezzi scendono drasticamente. Un consiglio è quello di alloggiare in comuni come Taviano, Galatina e Nardò, tutti piccoli centri molto ben collegati con le migliori località balneari e dove puoi trovare deliziose Masserie a prezzi davvero competitivi. Un sito da consultare che offre alloggi economici è www.salento.it (al momento della stesura di questo articolo ci sono offerte di case vacanze al prezzo eccezionale di 5€ a notte per persona, interessante no?).

Stabilimento balenare o spiaggia libera?
Lo stabilimento balneare è senza dubbio molto attrezzato, ma ha il piccolo handicap di costare in media intorno ai 30 euro per 2 lettini e 1 ombrellone. Per contro ci sono chilometri e chilometri di spiaggia libera totalmente gratis e se l’ombrellone lo porti da casa (massimo 10 euro di spesa) allora il gioco è fatto. 

Che spiaggia scegliere?
La più famosa senza dubbio si trova a Salve, a pochi chilometri da Santa Maria di Leuca. L’acqua è veramente incantevole come pure la spiaggia. Altre spiagge molto belle e rinomate sono: Punta Prosciutto, Punta della Suina e Porto Cesareo. Per chi ama lo spirito d’avventura c’è anche l’incantevole spiaggia di Punta Pizzo, per arrivarci si deve percorrere circa un 1 chilometro di strada sterrata. Ma ne vale senz’altro la pena!

Cosa fare la sera?
Gallipoli è il centro della movida notturna. Chi ama trascorrere la serata in tranquillità troverà molto piacevole camminare lungo le strade del centro storico oppure per gli irrinunciabili della notte dove ci sono tantissimi locali molto frequentati, il più rinomato della zona è senza dubbio Il Guendalina. Inoltre, durante tutta l’estate nel Salento si organizzano tantissimi sagre, feste di paese ed eventi dove trascorrere le serate (sui vari siti se ne contano 71 solo nel mese di agosto).

Dove mangiare?
Il miglior modo per risparmiare è provvedere personalmente ai pasti, almeno quando si va in spiaggia. Ai vari supermercati puoi trovare quello che desideri a prezzi abbordabili e soprattutto puoi gustare le tante specialità pugliesi come la squisita burrata (certo non sarà il massimo per la linea, ma in vacanza è giusto godersi qualche peccato di gola e poi alla linea ci penserai al rientro a casa). Ottimo è anche il pesce locale e non puoi non assaggiare le famose orecchiette alla salentina (con pomodorini, salsiccia, rucola e con ricotta salata grattugiata), oppure ciceri e tria (pasta coi ceci che in parte viene fritta), i rustici leccesi e poi i buonissimi dolci pugliesi. Presta particolare attenzione al vino, è molto piacevole, ma ha una gradazione medio alta, quindi bevi responsabilmente e non guidare se hai bevuto.