Domenica 26 Gennaio 2020, 10:49

Sai perché .. la puntina da disegno in napoletano si chiama 'punessa'?

Pubblicato Gennaio 2020 in Sai Perché e Eureka

Questo termine ha fatto la sua prima comparsa nel 1956 nel Dizionario dialettale napoletano che la identifica come: “sostantivo femminile col significato di puntina da disegno”. Nell’edizione del 1968 si fa risalire l’etimologia della parola al vocabolo francese “punaise”, che vuole dire cimice. L’associazione è dettata dal gesto che si fa per utilizzare la puntina, che viene schiacciata proprio come una cimice per essere conficcata nel legno. L’attribuzione di questo nome alla puntina da disegno è fatta per una sorta di estensione analogica. Il piccolo chiodo dalla testa piatta e tondeggiante ricorda proprio la forma dell’animale. Nel capoluogo partenopeo poi si sarebbe verificato l’adattamento da “punaise” a “punessa”. Dal 1956 ad oggi “punessa” sopravvive nel dialetto napoletano come parte della nostra tradizione e del bagaglio storico-culturale napoletano.